Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Caro Michele, quante cose belle abbiamo vissuto grazie a te!

Bambino con Sindrome di Down gioca alle ombre cinesi
Condividi

Sindrome di Down? “Finché il mondo lascerà nascere questi bambini, il mondo stesso sarà salvo”

Emanuela ha un figlio di 4 anni con la Sindrome di Down. Per il suo compleanno gli ha scritto questa lettera:

“Non sapevo fino in fondo cosa mi aspettava, proprio non potevo immaginare cosa avrebbe portato nella nostra vita il tuo arrivo!

Fatiche, paure, incertezze sì certo… la prima fatica grande per me è stata gestire la gioia di una nuova nascita insieme a tanti altri sentimenti contrastanti. Quello sciocco fastidio per la tua imperfezione, quella paura incontrollabile per la tua salute (piastrine, intestino, respiro…), quel pensiero fisso anche ad un minuto dalla tua nascita su cosa sarebbe stato di te quando io non ci sarei più stata.

Ma poi la vita esplode e sovrasta tutti questi umani pensieri.

La ricchezza che hai portato in casa è una roba pazzesca. Non solo in casa nostra, anche nelle case di tutti gli amici che ci accompagnano in questa avventura, perché non siamo mai soli, ma proprio mai! Ci sono amici che ci accompagnano anche in ospedale a fare le visite quando proprio la mamma non se la sente di andare sola.

Quest’anno hai anche iniziato una nuova avventura: l’asilo, ne sanno qualcosa i tuoi compagni colpiti dal tuo linguaggio molto fisico e poco delicato, eppure ti adorano, ti cercano, ti aiutano e quando necessario ti richiamano all’ordine. E quante volte camminiamo per strada e i bambini ti vedono, anche da lontano, e li senti urlare “mamma guarda c‘è Miky!”

A volte penso a quante cose belle abbiamo vissuto grazie a te, quante persone nuove ci hai permesso di incontrare. Anche dottori, di cui uno farebbe volentieri a meno. Se penso alle dottoresse dell’ambulatorio Sindrome di down di Monza, credo proprio che averle conosciute sia stata una grande occasione! È bello sapere che ci sono ancora in circolazione medici così appassionati al loro lavoro e alle persone che curano e che soprattutto sanno guardare a tuo figlio con una umanità che ti spacca il cuore!

Io penso davvero che, finché il mondo lascerà nascere questi bambini, il mondo stesso sarà salvo, perché loro ci ricordano ogni istante di ogni santa giornata che dipendiamo e che nulla è in mano nostra.

Fiera del mio cicciodown e felice perché ci sei proprio così!!! Così sempre felice capace di stupore per ogni cosa, anche per la tua ombra!

BUON COMPLEANNO MICHELONE!”

Scopri altre storie come questa

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni