Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 08 Marzo |
San Giovanni di Dio
home iconStorie
line break icon

“Tamara”, il progetto che trasforma la vita delle donne nella missione di Gode (Etiopia)

Jaime Septién - pubblicato il 18/03/19

Una delle tante iniziative del sacerdote e Missionario della Misericordia Christopher Hartley in quella regione desertica

Nella sua “Lettera dal Deserto” numero 28, il missionario Christopher Hartley sottolinea che più di quattro anni fa ha dato vita a “Tamara”, un programma per donne – e i loro figli – malate di Aids e altre malattie, per la maggior parte dedite alla prostituzione.

In questi anni, le donne hanno imparato a tessere oggetti semplici e colorati: borse, astucci, portafogli, porta fazzoletti…

“Hanno iniziato una nuova vita, più dignitosa. Molte di loro sono riuscite a uscire da una vita infernale, degradante e decadente. A poco a poco, con affetto, con la terapia, con la preghiera, il dialogo e la consulenza, hanno dato una svolta alla propria vita”, scrive il sacerdote britannico-spagnolo.

Una missione davvero cattolica

Padre Hartley – ben noto per il suo ruolo di difensore dei migranti haitiani nella Repubblica Dominicana, che ha dovuto abbandonare a seguito di pressioni politiche – dice che le donne etiopi nella Missione di Gode “hanno trovato una nuova vita, hanno imparato una professione molto più dignitosa della compravendita del proprio corpo”.

Attraverso il progetto “Tamara”, possono ora pagare l’affitto della propria abitazione e provvedere al sostentamento quotidiano proprio e dei loro figli. Ciascuna dispone anche di un conto bancario.

“Tutto ciò che si ricava dalla vendita delle cose confezionate va totalmente a loro. Noi siamo sono responsabili del fatto di aiutarle a vendere i prodotti”, spiega il missionario nella sua “Lettera dal Deserto”.

Molte di queste donne, ricorda, hanno avviato delle attività proprie, sono tornate nelle regioni d’origine, dalle loro famiglie e dalla loro gente. “Grazie a questa missione cattolica hanno potuto iniziare una vita nuova”.

  • 1
  • 2
Tags:
donneetiopiamissionarioprostituzione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
3
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
6
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
7
Paola Belletti
Laura Magli, giornalista Mediaset: “Mi sento così amata dal...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni