Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

“Tamara”, il progetto che trasforma la vita delle donne nella missione di Gode (Etiopia)

Condividi

Una delle tante iniziative del sacerdote e Missionario della Misericordia Christopher Hartley in quella regione desertica

Nella sua “Lettera dal Deserto” numero 28, il missionario Christopher Hartley sottolinea che più di quattro anni fa ha dato vita a “Tamara”, un programma per donne – e i loro figli – malate di Aids e altre malattie, per la maggior parte dedite alla prostituzione.

In questi anni, le donne hanno imparato a tessere oggetti semplici e colorati: borse, astucci, portafogli, porta fazzoletti…

“Hanno iniziato una nuova vita, più dignitosa. Molte di loro sono riuscite a uscire da una vita infernale, degradante e decadente. A poco a poco, con affetto, con la terapia, con la preghiera, il dialogo e la consulenza, hanno dato una svolta alla propria vita”, scrive il sacerdote britannico-spagnolo.

Una missione davvero cattolica

Padre Hartley – ben noto per il suo ruolo di difensore dei migranti haitiani nella Repubblica Dominicana, che ha dovuto abbandonare a seguito di pressioni politiche – dice che le donne etiopi nella Missione di Gode “hanno trovato una nuova vita, hanno imparato una professione molto più dignitosa della compravendita del proprio corpo”.

Attraverso il progetto “Tamara”, possono ora pagare l’affitto della propria abitazione e provvedere al sostentamento quotidiano proprio e dei loro figli. Ciascuna dispone anche di un conto bancario.

“Tutto ciò che si ricava dalla vendita delle cose confezionate va totalmente a loro. Noi siamo sono responsabili del fatto di aiutarle a vendere i prodotti”, spiega il missionario nella sua “Lettera dal Deserto”.

Molte di queste donne, ricorda, hanno avviato delle attività proprie, sono tornate nelle regioni d’origine, dalle loro famiglie e dalla loro gente. “Grazie a questa missione cattolica hanno potuto iniziare una vita nuova”.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.