Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le regole minimaliste dei santi

© Unsplash
Condividi

Molto prima di Marie Kondo, San Francesco già insegnava a cercare l'essenziale

Il minimalismo è la tendenza a ridurre tutto all’essenziale, a spogliarsi di ciò che è eccessivo. Questa parola o tendenza è oggi molto di moda, ancor più dopo la serie di successo di Netflix che ha come protagonista il guru dell’organizzazione Marie Kondo.

Dicono che la tendenza al minimalismo sia nata negli anni Sessanta, ma sappiamo che molto prima di allora i santi già ci insegnavano con la loro testimonianza a ridurre tutto per concentrarci sull’essenziale, Cristo.

Non è un caso che esista un ramo dei Francescani chiamato “Minimi”, che ha come fondatore San Francesco di Paola.

Il minimalismo dei santi va al di là del campo estetico, trattandosi di una spoliazione di tutto, come segno di carità nei confronti dei fratelli e della Chiesa e per centrare tutta la propria vita, senza distrazioni o impediementi, sull’amore nei confronti di Cristo.

In queste 6 regole del minimalismo possiamo vedere come i santi vadano molto al di là in questo concetto, soprattutto attraverso la testimonianza di vita.

PRIMA REGOLA

Eliminate tutto ciò che non vi serve

Ne ho davvero bisogno? Questa cosa aggiunge qualcosa alla mia vita?

Santa Teresa d’Avila riassumerebbe questa regola con una bella preghiera: “Nulla ti turbi, nulla ti spaventi. Tutto passa, solo Dio non cambia. La pazienza ottiene tutto. Chi ha Dio non manca di nulla: solo Dio basta”.

SECONDA REGOLA

Non attaccatevi agli oggetti

Spesso conserviamo qualcosa per motivi affettivi, ma in realtà non è l’oggetto che ci piace, ma il ricordo.

San Francesco d’Assisi si è spogliato completamente dei suoi beni, perfino dei vestiti, davanti a una folla, al vescovo e a suo padre. Solo abbandonando tutti i beni materiali ereditati dal padre terreno avrebbe potuto riporre tutto il suo tesoro e tutte le sue speranze nel Padre celeste.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.