Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
Spiritualità

Come "funziona" il tuo cuore? Sai riconciliarti con l'altro?

FEMMES S'ENLAÇANT

© Shutterstock

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 15/03/19

Tutti abbiamo sperimentato che ci sono tanti modi di uccidere un fratello: con le parole, con gli atteggiamenti, con i silenzi. Gesù ci invita ad avere un cuore diverso, un cuore che funziona davvero fino alle estreme conseguenze.

Poiché io vi dico: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli.
Avete inteso che fu detto agli antichi: Non uccidere; chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio. Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio. Chi poi dice al fratello: stupido, sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: pazzo, sarà sottoposto al fuoco della Geenna.
Se dunque presenti la tua offerta sull’altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare e va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna ad offrire il tuo dono.
Mettiti presto d’accordo con il tuo avversario mentre sei per via con lui, perché l’avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia e tu venga gettato in prigione. In verità ti dico: non uscirai di là finché tu non abbia pagato fino all’ultimo spicciolo! (Mt 5,20-26)

“Se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli”. Dobbiamo sempre tenerlo a mente. A noi il Signore non ci chiede semplicemente di stare alle regole, ma di imparare a saper andare oltre la semplice regola. E andare oltre significa saper cogliere che ciò che conta è la sostanza e mai semplicemente la forma. Molte volte noi salviamo la forma, l’apparenza, le regole intese come schemi, ma ci perdiamo la sostanza vera delle cose. Un cristiano è chiamato a saper andare al cuore della realtà e non fermarsi semplicemente a salvare la forma. “Avete inteso che fu detto agli antichi: Non uccidere; chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio. Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio. Chi poi dice al fratello: stupido, sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: pazzo, sarà sottoposto al fuoco della Geenna”. Sembra un po’ un’esagerazione quella di Gesù nel vangelo di oggi, eppure penso che tutti abbiamo sperimentato che ci sono tanti modi di uccidere un fratello. Certe volte possiamo uccidere con le parole, con gli atteggiamenti, con alcune scelte, con i silenzi, e tutto senza trasgredire formalmente nessuna regola. Ma nella sostanza si. Ed è questo quello che conta. Ecco allora il motivo per cui Gesù invita ad avere un cuore diverso, un cuore che sa riconciliarsi prima di presentare l’offerta e che sa mettersi d’accordo con l’avversario prima di fare una brutta fine. “Mettiti presto d’accordo con il tuo avversario mentre sei per via con lui, perché l’avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia e tu venga gettato in prigione. In verità ti dico: non uscirai di là finché tu non abbia pagato fino all’ultimo spicciolo!”.

In fin dei conti non sta dicendo solo di avere un cuore che funziona, ma di farlo funzionare perché questa è la vera furbizia del cristiano: avere un cuore che funziona davvero fino alle estreme conseguenze. (Mt 5,20-26)


#dalvangelodioggi

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
vangelo
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni