Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Fu uccisa in nome di Satana. Traslate le spoglie mortali di suor Maria Laura Mainetti

The nun killed
Condividi

Per lei si aprono le porte della beatificazione. Nel 2000 l'omicidio che coincise con un rito satanico. Ecco cosa accadde

Quando arrivano gli inquirenti, la vittima viene identificata: è Suor Maria Laura Mainetti, 61 anni, madre superiore dell’Istituto dell’Immacolata di Chiavenna.

Il simbolo satanico

Sulla scena del crimine, gli inquirenti hanno trovato, dopo qualche giorno dall’omicidio, un elemento inquietante: ad una decina di metri dal corpo, viene trovata la raffigurazione di una stella a cinque punte sovrastata da tre numeri sei, chiaro simbolo satanico. Ma non è il soprannaturale ad aiutare le indagini, bensì la scienza che riesce a dare un contributo decisivo. Gli inquirenti vogliono analizzare tutti i cellulari della zona da cui, la notte dell’omicidio, sono partite delle telefonate: un lavoro molto complicato perché in quella zona, erano attivi più ripetitori, ma le intercettazioni telefoniche attivate su alcuni cellulari portano sulla giusta pista.

SATANIC
genericavatar-(CC BY-NC 2.0)

Le tre adolescenti

Dopo circa venti giorni di indagini vengono fermate tre ragazzine, tre adolescenti: Milena, Veronica ed Ambra.

I giornali le ribattezzano subito “baby-killer”, ma queste adolescenti di 16 anni, sono tre ragazzine normali, figlie di famiglie come tante. Le tre amiche, in modi diversi, alla fine confessano l’omicidio, commesso per gioco. Raccontano di aver commesso il fatto per sconfiggere la noia e per passare il tempo.

Ma gli inquirenti non sono convinti: questo non può essere un omicidio commesso per caso, giusto per passare il tempo in una serata estiva.

Ubriache e autolesioniste

Le tre ragazze sono tre studentesse e vengono da famiglie aventi storie di separazioni, silenzi, disagi: le tre provano rabbia e cercano, insieme, di sfogarla in modi diversi. Erano solite ubriacarsi al bar del paese e si rifugiavano in comportamenti autolesionistici. Odiavano quel piccolo paese in cui vivevano che le soffocava con la sua monotonia, con la noia e, per questo, volevano fare qualcosa di trasgressivo, di eclatante, in modo da colpire la comunità. Ascoltavano musica, quella di Marilyn Manson, ispirandosi, nelle loro fantasie, al loro idolo.

Il sacrificio umano

Le tre amiche non sono nuove a gesti ed atti dissacratori: qualche anno prima di quel delitto, le tre giovani, bambine a quel tempo, entrarono in una Chiesa del paese, rubarono una Bibbia e la incendiarono in un prato. Poi imbrattarono il muro del cimitero con scritte inneggianti l’AntiCristo. I loro diari scolastici erano pieni di numeri sei ripetuti, di croci rovesciate. Ma tutto questo non basta e vogliono fare qualcosa di veramente grosso e cominciano a pensare a diversi progetti come profanare una tomba e poi rubare un cadavere.

Alla fine di queste progettazioni distruttive, decidono di compiere il gesto più atroce di tutti, ovvero il sacrificio umano. Fu così che progettarono l’omicidio di suor Maria Laura (www.scenacriminis.com, 2015).

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.