Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Aleteia logo
home iconFor Her
line break icon

Monastero Wi-Fi. Padre Emidio Alessandrini e l’importanza di incontrare Dio da vivi!

Romana Cordova - Facebook

Padre Emidio Alessandrini - Capitolo Generale Monastero Wi-Fi, 19 gennaio 2019 - S. Giovanni in Laterano

Il blog di Costanza Miriano - pubblicato il 11/03/19

‘Ma io pensavo che fosse scritto solo nei libri su Bernadette!’ No, anche su Giuseppette, Mariette e Franceschette c’è scritto. Cioè una volta che togli i famosi burroni, le valli, le montagne, le strade storte, comincia una trasparenza, vi assicuro, che neanche ve la sognate, perché Dio capisce che voi lo volete incontrare per davvero.

Capite quanto è alta la posta in gioco? Perché per tre secoli si sono fatti ammazzare i cristiani? Al Circo Massimo, al Colosseo, perché una volta fatta questa esperienza, potevano mai tornare indietro? Hai la vita eterna adesso!

E perché Domiziano lo devi chiamare domine dio, ma che mi importa di Domiziano ma che si facesse gli affari suoi, mi ammazzasse, io non lascio Dio.

Capite la posta in gioco? Ecco quello che serve al cristianesimo, che qualcuno riprenda a vivere queste dimensioni che esistono.

Sapete un sacco di conversioni nei cristiani, sono avvenute durante le esecuzioni dei martiri, i quattro santi coronati, durante le esecuzioni hanno visto, quando Paolo ha visto Stefano che guardava, quando Policarpo gli danno fuoco e questo non prende fuoco e diventa dorato e profuma, quanta gente si è convertita! Diceva Tertulliano ‘il sangue dei cristiani è un seme’ e appunto la Chiesa per tre secoli a morire così, proprio torturando, ci prendevano gusto.

Tra i martiri musulmani c’è qualcuno che lo drogano prima di farsi scoppiare, ma sono eccezioni, è gente super drogata, ma quella era gente come noi, che a un certo punto, pur di fare questa esperienza, si facevano dare fuoco, si facevano torturare.

C’è un bellissimo racconto di Perpetua che stava partorendo, lei e Felicita e la guardia ‘ahah mo piangi, quando la mucca pazza ti incornerà, che dirai?’ ‘No, qua soffro io, là un’Altro soffrirà per me’ e quando quella della rosa bianca, la Scholl, la stavano per ammazzare i nazisti, ebbe la stessa visione che aveva avuto Perpetua, uguale, una cosa meravigliosa, di questa scala e c’era questo etiope, che poi era il demonio, e lei che andava avanti lo stesso.


SOPHIE SCHOLL, CHRISTOPHER PROBST

Leggi anche:
L’amico di Sophie Scholl convertitosi al cattolicesimo pochi istanti prima del suo martirio

Allora, ecco, il martirio non è una cosa per i pazzi del passato, è una sfida per tutti: chi ha una malattia, chi ha un figlio, chi ha un lavoro.

Io veramente, nel mio confessionale, quando la gente, una volta stavo in parrocchia a un certo punto una mattina l’ufficio reclami era molto frequentato, no? Allora e chi con il figlio e chi con il lavoro e chi con le malattie, a un certo punto stavo facendo una predica, sai quelle prediche che vengono bene, belle articolate, ho sentito questa parola ‘scansati’, mi sono scansato e ho visto un crocifissone di legno e dico ‘ma scusate, a uno morto in croce gli chiedete soldi, successo, non è che avete sbagliato indirizzo?

Ecco, allora questo è una cosa grossa, quindi con il Signore cerchiamo di incontrarlo da vivi!

Poi c’è un’altra cosa, questa a me un po’ mi ha sconvolto quando l’ho saputa, però ve la riciclo: una volta c’era una monaca che aveva chiesto a un frate ‘padre, ci fa il Vangelo di Giovanni?’ e allora questo frate, sai con le monache, Giovanni, incomincia ‘e Dio è amore, e Dio ti ama proprio come sei, Dio ti ama proprio proprio come sei’ ecco l’offerta e lo manda via, dice ‘questo ci sta rompendo l’anima’ e chiama Raymond Brown, che per venticinque anni ha studiato Giovanni e dice ‘lo faccio gratis a patto che posso dire veramente cosa pensava Giovanni e dice, tra le tante cose, una che mi ha colpito: Dio è amore, Dio è amore, Dio è amore, dice prova a pensare al tempo in cui ha scritto Giovanni: il tempio era bruciato, il tempio di Erode, i cristiani erano cacciati da tutte le sinagoghe, dalle processioni, dalle feste, fuori, fuori, fuori, grazie a questo Domiziano li martirizzava perché non erano più nessuno. Che cosa rimaneva? La comunità, Dio è comunità. Dio è amore, mettete comunità, è la stessa cosa. Dio è amore, Dio è comunità.

Dio è agape, Dio è ecclesia, pensate a che significato forte: Dio è amore, Dio è comunità, ecco la compattezza, ecco perché tra i cristiani la maldicenza, neanche dovrebbe essere concepita, ma neanche lontanamente.

Voi pensate quando Paolo ce l’ha con Pietro, gli dice le cose in faccia, ma poi Pietro è Pietro, qui c’è la cattedra di Pietro, qui nel 1300 Bonifacio VIII, che non è stato uno stinco di santo, indisse l’anno santo, questa è la sede, questa è la madre di tutte le chiese, allora lo dico, così, in sordina, siamo uniti, siamo uniti! Non sparliamo, perché una chiesa sia tale, semplicissimo, basta una Parola ed il Vangelo, basta che si capisca e già è tanto, serve una liturgia, cioè la Messa, la Messa, serve la comunione. Ecco quando avreste da dire che il prete più sciocco del mondo, se dice la Messa e legge il Vangelo, c’è la comunione: quello tocca i cuori, quello attacca, quello colpisce, quello attira.

Poi c’è il servizio, corporale e spirituale, allora puoi stare pure alla parrocchia peggiore del mondo, ma c’è Cristo, c’è il Corpo di Cristo; quello si chiama miracolo continuativo. Mentre se un morto risuscita, mentre se uno zoppo guarisce, sarà, non sarà, effetto placebo, boh, ma della gente che si vuole bene, quello si vede, lo puoi controllare.

Io una volta, mi ricordo, stavo in una parrocchia in Abruzzo, vado da un prete ‘eh padre, i genitori, la famiglia, le solite cose, la famiglia, i genitori e qua e su, la mattina alle sei e mezzo, a tre chilometri, la chiesa non ce se entrava! Non ce se entrava nella chiesa! Dico ‘ma che è successo?’ dice ‘tutte le mattine è così’ e c’erano congregazioni, preti, frati, suore, monache, de tutto e perché? Perché sentivi che c’era Cristo, oh, io me lo ricordo ancora eh! Sarà stato trent’anni fa. Io ancora mi ricordo che a tre chilometri c’era una chiesa vuota, quelle chiese vuote così eh,mentre l’altra era stracolma, perché c’era Gesù Cristo, c’era l’Amore.

Allora capite che di fronte alla presenza di Cristo, le differenze culturali, i mal di pancia personali, ma lasciali perdere, lasciali perdere. Arriviamo verso le ultime tappe, che però non è che sono meno importanti.

Un problema di questa comunità, di questo amore, è che la cosa sia feconda.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
7
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni