Aleteia
martedì 20 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Boscardin
News

Quei bravi ragazzi che di notte liberano la strada dalla neve alla donna che deve fare la dialisi

snow angels

Twitter / Peter Lanigan

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 08/03/19

I fratelli Lanigan e i loro amici, nel New Jersey, sono stati i protagonisti di questa bella storia, diventata subito virale

Quando le previsioni del tempo hanno annunciato una bufera di neve nel loro paese, nel New Jersey (Usa) i fratelli Brian e Patrick Lanigan hanno immediatamente pensato alla loro vicina, Natalie Blair.

A causa dell’intensa nevicata la vicinaavrebbe avuto difficoltà a uscire dalla propria abitazione per recarsi al centro dialisi e le conseguenze sarebbero potute essere pericolose.

Brian però quella notte lavorava e ha dato “mandato” al fratello minore Pat di intervenire in caso di emergenza. La nevicata c’è stata e si sono accumulati diversi centimetri di neve. A quel punto Pat ha compreso l’emergenza e si è subito mobilitato per aiutare la signora Blair. Così ha chiesto aiuto ad altri quattro compagni di scuola (Justin, Chris, Tyler e Amon), che in piena notte (erano le 4:30) si sono fatti trovare pronti. Con la collaborazione di tutti, ci sono voluti solo 30 minuti per spalare la neve e lasciare libero il passaggio alla signora che da lì a poco sarebbe andata a fare la dialisi (Cnn, 6 marzo).

E dopo… tutti a dormire

Patrick e i suoi compagni, approfittando dell’orario scolastico ridotto a causa della bufera di neve, hanno potuto riposare prima di andare a lezione (L’Huffington Post, 7 marzo).

Il gesto di solidarietà dei giovani, immortalato dal papà dei due ragazzi e condiviso sui social, si è diffuso rapidamente (www.105.net, 7 marzo).

Chiesa e persone autistiche

Non sarebbe la prima volta che gli adolescenti compivano un gesto simile. Spesso, in caso di intense nevicate notturne, i ragazzini sorprendono Natalie spalando la neve davanti alla sua abitazione prima che la stessa si svegli.

Il padre dei ragazzi, Peter Lanigan ha raccontato come sopratutto Patrick sia molto attivo e solidale nella comunità, frequentando la chiesa e partecipando alle iniziative a sostegno delle persone con autismo (www.nursetimes.org, 8 marzo).




Leggi anche:
Una storia di solidarietà in ospedale

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
solidarieta
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Religión en Libertad
Lo jihadista non è riuscito a decapitarmi: “C...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni