Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 04 Marzo |
San Casimiro
home iconStile di vita
line break icon

Si sposano in un reparto di cure palliative

NE PAS REUTILISER

© Association Alliance 47

Nathalie e Christian il giorno del loro matrimonio religioso.

Domitille Farret d'Astiès - pubblicato il 08/03/19

Ricoverata in una unità di terapia del dolore, Nathalie ha scelto di sposare religiosamente il suo compagno di vita per testimoniare che la vita è più forte della morte.

Già sposati civilmente, Nathalie e Christian hanno deciso di unirsi davanti a Dio nel mese dello scorso febbraio. Non davanti a un altare in una chiesa addobbata in pieno luglio, ma nella semplicità di una camera d’ospedale decorata per l’occasione. Un gesto che da diversi anni desideravano molto. Due giorni prima Nathalie, affetta da un cancro e ricoverata in unità di cure palliative ad Agen (Lot-et-Garonne), aveva festeggiato il suo cinquantesimo anniversario. Attraverso questa mutua promessa, i due sposi desideravano mostrare ai loro figli di 11 e 16 anni quanto sia preziosa la vita.

«L’amore ci teneva in unità»

Catherine Renard, presidente dell’associazione Alliance 47, accompagna le persone in fin di vita e quanti le circondano. Anche se quel giorno non era presente, Catherine conosce Nathalie, madre di famiglia impegnata, e insiste sull’importanza degli ultimi momenti per i malati e i loro prossimi. Questo impegno «mostra che la vita ha un’importanza crescente fino alla fine», afferma. È stato vestita di bianco e distesa su un lettino ospedaliero che Nathalie ha detto “sì” a Christian. Parrocchiani, amici, famiglia e infermieri erano presenti al fianco degli sposi, così come pure il prete che ha raccolto le espressioni dei loro consensi. L’assemblea ha intonato qualche canto, uno dei quali ispirato al cantico dei cantici – a quanto ci ha raccontato una volontaria presente.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
malattiamalattiematrimonio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
4
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
7
Lucandrea Massaro
Benedetto XVI conferma la fedeltà a Francesco «Non ci sono due Pa...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni