Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Marciano di Siracusa
home iconChiesa
line break icon

Pedofilia: condanna a 4 anni e 4 mesi per il prete che abusò di una bambina di 10 anni

Paolo Glaentzer

RepTv

Don Paolo Glaentzer

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 06/03/19

A Calenzano (Prato) per don Paolo Glaentzer si spalancano le porte del carcere. Anche la diocesi di Firenze è stata parte civile al processo

Quattro anni e quatto mesi. È la condanna inflitta dal tribunale di Prato a don Paolo Glaentzer, l’ex parroco della chiesa di San Rufignano a Sommaia di Calenzano (Firenze), imputato in un processo in rito abbreviato per violenza sessuale su una bambina di 10 anni.

La condanna è stata scontata di un terzo della pena per la scelta del rito. La Procura ha stabilito anche un risarcimento di 50mila euro per la minore.

Il prete si trova agli arresti domiciliari. E’ stato anche interdetto dai pubblici uffici e per lui il giudice ha disposto l’interdizione perpetua dal frequentare scuole e istituti dove sono presenti minori (La Repubblica, 6 marzo).




Leggi anche:
Don Vinicio Albanesi rivela: sono stato vittima di abusi sessuali in seminario

La Chiesa di Firenze parte civile

Tra le parti civili anche la Diocesi di Firenze, il cui avvocato Paolo Ghetti ha spiegato: «È la prima circostanza in cui un’arcidiocesi si costituisce parte civile contro un suo prelato».

Per il procuratore capo di Prato, Giuseppe Nicolosi, si tratta «un segnale di presa di coscienza della Chiesa sulla pedofilia in seguito alle iniziative di Papa Francesco».

L’avvocato del parroco, che ha lasciato il tribunale prima della lettura della sentenza, non ha rilasciato dichiarazioni.




Leggi anche:
Centinaia di abusi nella Chiesa Battista in America: crolla il mito “celibato uguale pedofilia”?

Il rapporto con la famiglia

Secondo quanto ricostruito, il parroco, arrestato il 23 luglio 2018, conosceva la famiglia disagiata di cui faceva parte la bambina, da ben dieci anni. Un rapporto che si era consolidato nel tempo, tanto che il sacerdote più volte aveva aiutato economicamente la famiglia.

Un’amicizia ricambiata con inviti a pranzo e a cena. E quando era l’ora di andare via era consuetudine che la bambina lo accompagnasse alla macchina. Ed è in quelle circostanze che avvenivano gli abusi.

Il sacerdote si era difeso così davanti ai giudici:

«Saliva sulle mie ginocchia e giocava con me. I genitori non sapevano nulla, sapevano che fra me e la bambina c’era un rapporto affettuoso e si fidavano. Non era la prima volta, era lei a prendere l’iniziativa».

Il copione era abbastanza simile ogni volta: si appartavano e spogliava la bambina per poi commettere gli abusi. Gli psicologi così si erano pronunciati su quel prete:

«Nelle relazioni degli assistenti sociali si spiega che il padre è scarsamente collaborativo, che ha comportamenti incongrui, che è aggressivo, bugiardo e che la madre non è in grado di tutelare i figli» (Aleteia, 27 luglio).


PRZEŚLADOWANA DZIEWCZYNKA

Leggi anche:
Un padre violento e i servizi sociali. La difficile vita della bambina abusata dal prete

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
pedofiliaprete
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni