Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 06 Dicembre |
San Nicola di Myra (o di Bari)
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

La legge Merlin non è incostituzionale

© Public Domain

Agi - pubblicato il 06/03/19

La legge Merlin, che 61 anni fa smantellò le case chiuse, non viola la costituzione. Lo ha deciso la Corte costituzionale che ha dichiarato non fondate le questioni di legittimità costituzionale sollevate dalla Corte d’Appello di Bari riguardo il reclutamento e il favoreggiamento della prostituzione, puniti dalla legge approvata nel 1958.

La questione era stata sollevata nell’ambito del processo sulle donne portate, fra il 2008 e il 2009, nelle residenze dell’allora premier Silvio Berlusconi, e nel quale è imputato, tra gli altri, l’imprenditore Gianpaolo Tarantini per reclutamento e favoreggiamento della prostituzione.




Leggi anche:
I venerdì notte del vescovo di Roma con le prostitute a pregare e parlare di Dio

Sono proprio le escort, infatti, il ‘nodo’ su cui era chiamata a puntare l’attenzione la Corte costituzionale: il fenomeno sociale della prostituzione professionale rappresenta una novità – era l’assunto dei giudici baresi – e la legge Merlin era invece stata concepita in un’epoca storica in cui tale fenomeno non era conosciuto.

In particolare, i ‘giudici delle leggi’ erano chiamati a sancire se la norma risalente al 1958 sia legittima o meno nel punto in cui configura come reato “il reclutamento e il favoreggiamento della prostituzione volontariamente e consapevolmente esercitata”. La Corte d’appello di Bari, infatti, poneva in rilievo un possibile contrasto della norma con il “principio della libertà di autodeterminazione sessuale, qualificabile come diritto inviolabile della persona umana, la quale potrebbe esprimersi anche nella scelta di offrire prestazioni sessuali verso corrispettivo” e, a suo dire, sarebbe violato anche l‘articolo 41 della Costituzione, “potendo la libera autodeterminazione sessuale, essere considerata anche come una forma di estrinsecazione dell’iniziativa economica privata”.

QUI L’ORIGINALE

Tags:
legge merlinprostituzione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni