Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 23 Settembre |
San Pio da Pietrelcina
home iconFor Her
line break icon

Cerchiamo tutti l’approvazione, ma è la disapprovazione che ci rende liberi!

SMILE

Photo by Kal Loftus on Unsplash

Silvana De Mari - pubblicato il 06/03/19

Le persone che sono sempre state approvate, spesso non sviluppano la capacità di andare sole contro tutti.

Approvazione. Tossicodipendenza basata sul sistema serotoninergico, cioè sul fatto che fabbrichiamo serotonina se ci fanno un complimento. Tutte le volte che qualcuno ci dice in maniera credibile che siamo brutti, la serotonina crolla, in termini meno ampollosi si chiama stare male come un cane. Però dopo un po’ ci si abitua a essere quello grasso, ci si comincia a giocare insieme. Si scopre che una passeggiata nel parco fa stare meglio, anche se ti hanno appena sputato addosso. Sentire a tutto volume il terzo movimento della messa di requiem di Mozart in cuffia cancella l’averlo aspettato sotto la pioggia e lui che non è venuto. La cioccolata mangia l’angoscia. Un buon film la annega.




Leggi anche:
Tenersi in forma… pregando

I poveretti nati belli, ricchi, perfetti che a sei anni fanno vela e a otto scendono con gli sci dall’Everest non lo scoprono mai, fino a quando non è troppo tardi, fino a quando la disapprovazione diviene insopportabile, impensabile, inaffrontabile, e se l’approvazione non è più possibile a prezzi onesti, ma solo in cambio dell’anima, non hanno scelta. Le persone che sono sempre state approvate, spesso non sviluppano la capacità di andare sole contro tutti. Nelle grandi catastrofi per esempio il nazismo, il comunismo, e altre amenità, spesso a soccorrere le vittime sono andati gli ultimi della classe, non i primi. Oltre alla paura della forca c’era la paura della disapprovazione. La paura della disapprovazione ha protetto i crimini del comunismo anche in paesi non comunisti.

Siate grati alle vostre orecchie a sventola.

child, protruding ears,

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
fallimentolibertàstile di vita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni