Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconStorie
line break icon

Il cancro ha piegato Andrea Bizzotto, il papà che scrisse il libro-testamento alla figlia

ANDREA BIZZOTTO

Instagram I Andrea Bizzotto

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 05/03/19

Da brividi quella frase: "Se non posso prendermi cura della mia famiglia in questo mondo, voglio credere di poterlo fare dopo la morte, magari sotto forma di Angelo custode"

Si è spento nella notte di venerdì 1 marzo nella clinica tedesca dove era ricoverato Andrea Bizzotto, il 33enne di Cittadella (Padova) che commosse l’Italia con il libro-testamento per la figlia, in cui le aveva lasciato una lettera per ogni compleanno futuro.

A darne notizia è stata la moglie con un messaggio su Facebook. Era da tempo malato di cancro ma aveva trovato la forza per scrivere “Un maldestro in bicicletta” (Brenta Piave Edizioni).

“Non merita di perdere il suo papà…”

L’idea, aveva spiegato l’autore, era stata concepita assieme ad altri malati oncologici incontrati nel percorso di cura. Il destinatario del libro è una bambina, Giulia Grace, figlia di Andrea Bizzotto, che adesso ha due anni.

Diceva l’uomo alle presentazioni pubbliche del suo libro: «Lei non merita di perdere il suo papà e io, nonostante i miei errori, mi merito di poterla crescere. Sono diventato bravo con lei, mi reputo un buon papà, la amo, giochiamo e passiamo così tanto tempo assieme e lei è sempre più legata a me». Ma la bimba è ancora troppo piccola perché possa conservare in futuro ricordi del papà che tanto le voleva bene.




Leggi anche:
«La vita è bella, vivila bene!»: lo straordinario messaggio di Iaia morta a 9 anni di cancro

L’evoluzione della malattia

Laureato in ingegneria, cuoco e gelataio per passione e per lavoro, si era trasferito a Witten, in Germania, mentre la famiglia era rimasta nel Basanese. Nell’ottobre 2016 gli era stato diagnosticato un sarcoma sinoviale, un tumore maligno aggressivo, lungo dieci centimetri, infilato in una gamba, come aveva spiegato lui senza nascondere alcun dettaglio. «Da quando ho scoperto di avere questa forma rara di tumore mi sono sottoposto a 30 radioterapie locali e a quattro cicli di chemio audiuvante ma dopo meno di un anno era in metastasi», aveva scritto. Il tumore, infatti, asportato chirurgicamente, aveva provocato più di una metastasi. E quando sua figlia è nata, esattamente due anni fa, nel marzo 2017, Bizzotto già faceva uno dei quattro cicli di chemio.

Ecco perché Andrea Bizzotto aveva deciso di scrivere un libro, i cui ricavi sono destinati direttamente in un fondo intestato a Giulia Grace bambina (Corriere del Veneto, 1 marzo).


ANDREA BIZZOTTO

Leggi anche:
Andrea malato terminale scrive un libro alla figlia così saprà quanto amore prova per lei

Andrea aveva scritto nel libro queste parole molto toccanti:

“Giulia sarà molto arrabbiata e purtroppo non capirà inizialmente. Maria sarà triste e disperata. Mia figlia probabilmente troverà una figura paterna ed io lo spero sinceramente, come spero che mia moglie possa avere un altro uomo, che la faccia sentire bene, amata e rispettata (…). Ora che sono più vicino alla morte, mi pento delle mie azioni negative e sento il desiderio di perdonare me stesso ed essere perdonato. Adesso credo in una vita ultraterrena; se non posso prendermi cura della mia famiglia in questo mondo, voglio credere di poterlo fare dopo la morte, magari sotto forma di Angelo custode”.
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
cancrofiglipadre
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni