Aleteia
martedì 20 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Boscardin
Chiesa

Perché in Quaresima si omettono Gloria e Alleluia?

CHOIR SINGERS

Historyworks | Flickr CC by 2.0

Philip Kosloski - pubblicato il 04/03/19

Perfino la liturgia “digiuna” in preparazione al glorioso periodo della Pasqua

Il periodo quaresimale è caratterizzato da due diverse omissioni liturgiche. Nei 40 giorni della Quaresima, né l’inno noto come Gloria né l’Alleluia cantato prima del Vangelo sono infatti permessi, con pochissime eccezioni.

Perché?

In primo luogo, il Gloria è un inno che celebra la venuta del Signore usando le parole pronunciate dagli angeli alla nascita di Cristo. Durante la Quaresima,la Chiesa torna nello spirito a un’epoca in cui il popolo di Dio era in esilio, aspettando che il Messia venisse e lo salvasse. È un periodo di attesa come l’Avvento, ma anziché attendere la nascita di Cristo dal grembo di Maria, il popolo cristiano aspetta la seconda “nascita” di Cristo dal grembo del sepolcro.

In secondo luogo, in base allo stesso spirito di esilio, la Chiesa si unisce a Mosè e agli israeliti che vagano nel deserto per 40 anni. È un periodo di agonia e purificazione, in cui i fedeli si uniscono nel dire: “Come potremmo cantare i canti del Signore in terra straniera?” (Salmo 137, 4) La parola “Alleluia” si basa su un’espressione ebraica che significa “lodate il Signore”, ed è quindi omessa in Quaresima.


VEILED CROSS

Leggi anche:
Perché durante la Quaresima si coprono le immagini sacre?

Il risultato è che nel periodo quaresimale non dobbiamo concentrarci sul fatto di gioire, ma sul piangere i nostri peccati, cercando di individuare le cose che ci impediscono di avere un rapporto autentico con Dio. Una volta che queste vengono rimossi attraverso preghiera, digiuno ed elemosina, siamo in grado di gioire di nuovo a Pasqua, perché celebriamo non solo la resurrezione di Cristo, ma anche la nostra rinascita nello spirito.

Come una donna sperimenta i dolori del travaglio prima della nascita del figlio, così noi cristiani “gemiamo dentro di noi, aspettando l’adozione, la redenzione del nostro corpo” (Romani 8, 23).

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
liturgiaquaresima
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Religión en Libertad
Lo jihadista non è riuscito a decapitarmi: “C...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni