Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Ho 20 anni e sono incinta. A casa mia dicono che non c’è posto per me

pregnancy test,
Condividi

Paura, angoscia, inquietudine… e poi le parole d’amore del fidanzato: “Stai tranquilla. È il nostro bambino”

Venerdì mattina.
Un lieve bussare alla porta.
Una figura leggera, dei bei capelli biondi e una vocina che dice “permesso?”.
“Prego, si accomodi”.
Monica si siede sul divano davanti a me.

“Ho solo 20 anni e sono incinta.
A casa mia dicono che non c’è posto per me.
Cerco di spiegare, ma le mie parole non trovano ascolto.
«Te l’avevo detto io!», mi sento sbattere in faccia dalla mamma.
Ne parlo con Maurizio, con una certa disperazione”.

Shutterstock

“Tranquillizzati. Vieni a casa mia e parliamo con i miei genitori.
È il nostro bambino”.

“Mi sento rasserenata, anche se non mi piace dover chiedere. La mamma di Maurizio però è contenta: «Vuol dire che la camera di Maurizio diventerà una camera matrimoniale, e ci starà anche una culla». Mi abbraccia stretta facendomi una carezza sui capelli”.

Mi viene un bel respiro di sollievo!
Finalmente l’amore di questi due giovani trova casa.
Auguri Monica!
Prepareremo tante cose belle per il tuo bambino.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni