Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconSpiritualità
line break icon

Il rimedio di San Basilio per eliminare il peccato dalla propria vita

JESUS,CAVE,FASTING

James Tissot | Public Domain

Philip Kosloski - pubblicato il 25/02/19

La medicina può essere dura da mandare giù, ma la sua efficacia è sorprendente

Vivendo in un mondo caduto, sperimentiamo tutti gli effetti del peccato. Molti di noi sono limitati da una schiavitù nei confronti del peccato a cui è difficile sfuggire.

Qualunque sia la mancanza in questione, San Basilio ha un rimedio che crede ci libererà da ogni attaccamento al peccato nella vita.

In un’omelia ha scritto: “Sii gioioso, perché il medico ti ha dato una medicina che distrugge il peccato… il digiuno – un rimedio veramente degno del suo nome – quando introdotto nell’anima elimina il peccato in agguato in essa”.


MEDIEVAL FEAST

Leggi anche:
La Quaresima senza carne rossa è troppo difficile? Ecco come facevano nel Medioevo

Basilio credeva fermamente che il digiuno desse forza al peccatore, dando la capacità di resistere ai propri impulsi peccaminosi, e che fosse il rimedio segreto per l’attaccamento al peccato e una via sicura per la santità:

“Il digiuno fa nascere profeti, rafforza i potenti, rende saggi i legislatori, arma gli eroi, allena gli atleti, respinge le tentazioni. Convive con la sobrietà e purezza. In guerra fa prodezze e in tempo di pace insegna la tranquillità”.

Nella sua omelia, Basilio spiega che il digiuno è stato un elemento essenziale nella vita di personaggi biblici come Mosè e Daniele, e perfino Gesù stesso. Se per loro era così importante, non dovremmo adottarlo anche noi nella nostra vita?

Allo stesso tempo, il santo ammette che il digiuno dal cibo dovrebbe essere rafforzato da un esercizio della carità, “altrimenti anziché mangiare carne mangi il tuo stesso fratello; non bevi, ma umili chi ti è accanto”.

Il digiuno dev’essere dunque accompagnato da una pratica positiva della virtù.

Se quindi volete sconfiggere il peccato nella vostra vita, provate qualche tipo di digiuno. Soprattutto in Quaresima, può trasformare il nostro cuore e allontanarlo da qualsiasi abitudine peccaminosa possa restare nella nostra anima.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
digiunopeccatoquaresima
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni