Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Cosa fare se una coppia che conosciamo si lascia?

ROZWÓD
Shutterstock
Condividi

Spesso è difficile sapere cosa dire e cosa fare. Noi vi diamo questi consigli

Separazione e divorzio sono situazioni spiacevoli e difficili per tutte le persone coinvolte. Quando accade a qualcuno a noi vicino – un familiare o un buon amico – può essere difficile anche per noi, anche se ovviamente non è traumatico quanto per le persone direttamente coinvolte. Spesso è difficile sapere quale atteggiamento assumere, e cosa dire o fare per dare una mano. Ecco qualche suggerimento:

Non giudicare

Non conosciamo i dettagli di ciò che è accaduto all’interno di una coppia che l’ha portata a separarsi. Non è una decisione semplice da prendere, e possiamo essere certi che non sia stata presa alla leggera. Anche se a volte dall’esterno potrebbe sembrare che i motivi della separazione non siano abbastanza seri da giustificarla, chi di noi ha esperienza nell’aiutare le coppie sposate in crisi sa che le cose non sono quasi mai come sembrano. Quello che potrebbe sembrare non troppo importante a una persona, inoltre, potrebbe essere un ostacolo insormontabile per qualcuno che è già stato portato al limite.

E allora non giudicate e non criticate, e non iniziate a etichettare le persone. Non conosciamo mai i veri motivi di una separazione o di un divorzio. È fin troppo facile per noi giudicare la decisione ritenendola moralmente deplorevole, quando in realtà la persona potrebbe aver compiuto quella scelta in buona coscienza e in conformità alla dottrina della Chiesa (Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 2383).

Essere disponibili

Quando un matrimonio finisce, significa che la coppia deve affrontare il fatto che il suo progetto di trascorrere insieme il resto della vita è fallito. Non è facile da accettare, e le persone che si trovano in questa situazione deve sperimentare un processo di lutto: accettare il fatto della separazione, assimilare i cambiamenti nei progetti di vita e affrontare il futuro in situazioni nuove e diverse. Nulla di tutto questo è facile, ed è più difficile farlo da solo piuttosto che circondati da persone che ci amano. È per questo che si deve essere disposti a sostenere le persone coinvolte in una separazione o in un divorzio. Bisogna essere sensibili e attenti ai loro sentimenti, ascoltandole e comprendendole, e rispettandone le reazioni (lacrime, rabbia, proteste, depressione…) per poterle aiutare a vivere questo processo nel modo più sano possibile.

Non rinfocolare

Quando una coppia si separa tutti in famiglia ne soffrono. Non è il momento giusto per criticare o rimproverare le persone coinvolte per i loro fallimenti, o dire cose come “Te l’avevo detto!” Se ci fossero stati motivi per mettere in guardia le persone sul fatto che le cose non stavano andando bene, sarebbe stato opportuno offrire il proprio aiuto prima della rottura, ora non è più utile. Anziché aggiungere insulti e ingiurie, aiutate le persone a riconoscere le proprie ferite e a guarirle.

Sostenetele nel loro ruolo genitoriale

Anche se due persone possono aver rotto come coppia, non smettono di essere genitori dei propri figli. Possiamo aiutarle a non perdere di vista il fatto che i figli hanno bisogno di entrambi, e hanno bisogno che la madre e il padre vadano d’accordo. Per questo motivo, si dovrebbe incoraggiare a non criticare e recriminare, soprattutto davanti ai bambini. Al contrario, si dovrebbe provare ad aiutare le persone coinvolte ad avere il miglior rapporto possibile (o il meno peggio), per il bene dei bambini.

Offrire aiuto se ne avete bisogno

Separare due vite che sono state intrecciate è un processo doloroso e complicato. Per questo, dovete offrire il vostro aiuto, che sia pratico o emotivo.

Un modo per sostenere le persone coinvolte in una separazione o in un divorzio è la preghiera. Anche quando un matrimonio sembra ormai senza possibilità di recupero, si può pregare e sperare che si verifichino una riconciliazione e una riunificazione. Quando non è veramente possibile, si può pregare Dio perché aiuti tutti i membri della famiglia a trovare guarigione, pace e perdono reciproco.

Tutti questi sono modi in cui si possono aiutare le coppie che si stanno separando o divorziando. Bisogna ricordare che l’ideale è che la coppia si riconcili, e quindi bisognerebbe evitare di dire male di una parte o dell’altra. Va anche ricordato che la priorità dev’essere sempre la difesa dei migliori interessi delle persone più deboli coinvolte: i bambini.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.