Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Trovate la pace interiore con la “Piccola Regola” di San Romualdo

Condividi

Il santo monaco ha lasciato una brevissima regola da seguire per poter aprire l'anima alla presenza di Dio

Tra i tanti riformatori della vita religiosa, uno che viene menzionato raramente è San Romualdo, eremita italiano del X secolo che cercò di riportare in auge l’ascetismo della vita eremitica.

Dopo aver condotto una vita di peccato, Romualdo abbandonò il mondo e divenne monaco, ma non era soddisfatto del rigore della comunità. Si unì a un monastero benedettino, ma poi viaggiò per l’Italia riformando monasteri ed eremi. Alla fine fondò un monastero che in seguito sarebbe diventato noto come Ordine camaldolese.

Romulado ha lasciato una “Piccola Regola” semplice ma profonda, che può aiutarci nella nostra vita di preghiera e portare alla pace interiore:

1 Siedi nella tua cella come in paradiso.

2 Scaccia dalla memoria il mondo intero e gettalo dietro le spalle.

3 Vigila sui tuoi pensieri come il buon pescatore vigila sui pesci.

4 Unica via, il salterio: non distaccartene mai. Se non puoi giungere a tutto, dato che sei venuto qui pieno di fervore novizio, cerca di cantare nello spirito e di comprendere nell’intelligenza ora un punto ora un altro; e quando leggendo comincerai a distrarti, non smettere, ma correggiti subito cercando di comprendere.

5 Poniti innanzitutto alla presenza di Dio in timore e tremore, come chi sta al cospetto dell’imperatore.

6 Annullati totalmente e siedi come un bambino contento solo della grazia di Dio e incapace, se non è la madre stessa a donargli il nutrimento, di sentire il sapore del cibo e anche di procurarsene.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni