Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 06 Maggio |
San Nunzio Sulprizio
home iconChiesa
line break icon

Papa: i discepoli di Gesù, persone che seguono la logica della fede

POPE FERULA

YouTube I ROME REPORTS

Vatican News - pubblicato il 03/02/19

I cristiani devono essere 'profeti' in mezzo al mondo, persone cioè coraggiose, che annunciano la speranza agli esclusi e che seguono la logica di Gesù. Così Papa Francesco all'Angelus. Poi l'appello per lo Yemen e il saluto ai ragazzi dell'ACR di Roma impegnati per la pace

di Adriana Masotti – Città del Vaticano

Lo stupore della gente di Nazaret, nel vedere che uno del loro paese, ‘il figlio di Giuseppe’ si presenta come il Cristo, l’inviato del Padre, su cui si è posato lo Spirito Santo. E’ ciò che racconta il brano del Vangelo di oggi in continuità con quello di domenica scorsa. Quella gente vuol vedere per credere. E il Papa commenta:

Essi ritengono che, essendo Lui uno di loro, debba dimostrare questa sua strana “pretesa” facendo dei miracoli lì, a Nazaret, come ha fatto nei paesi vicini. Ma Gesù non vuole e non può accettare questa logica, perché non corrisponde al piano di Dio: Dio vuole la fede, loro vogliono i miracoli, i segni; Dio vuole salvare tutti, e loro vogliono un Messia a proprio vantaggio.

Il rifiuto all’inizio del ministero di Gesù

Ma i suoi compaesani non accettano l’invito di Gesù “ad aprire i loro cuori alla gratuità e alla universalità della salvezza”, e diventano aggressivi tanto da cacciare Gesù fuori dalla città. Rifiuto e minaccia di morte stanno all’inizio del suo ministero:

Gesù, nel vivere la missione affidatagli dal Padre, sa bene che deve affrontare la fatica, il rifiuto, la persecuzione e la sconfitta. Un prezzo che, ieri come oggi, la profezia autentica è chiamata a pagare. Il duro rifiuto, però, non scoraggia Gesù, né arresta il cammino e la fecondità della sua azione profetica.

Ascolta il servizio con la voce del Papa

I discepoli di Gesù: persone coraggiose e perseveranti

Anche il mondo di oggi, dice Francesco, ha bisogno di vedere nei discepoli del Signore delle persone coraggiose nella vita cristiana:

Persone che seguono la “spinta” dello Spirito Santo, che le manda ad annunciare speranza e salvezza ai poveri e agli esclusi; persone che seguono la logica della fede e non del miracolismo; persone dedicate al servizio di tutti, senza privilegi ed esclusioni.

L’appello per lo Yemen e per la promozione della vita

Dopo la preghiera dell’Angelus, il primo pensiero del Papa è andato alla grave crisi umanitaria nello Yemen, poi il riferimento all’odierna Giornata della vita che si celebra in Italia sul tema «E’ vita, è futuro». A questo proposito Francesco ha affermato:

Si rende sempre più necessario un concreto impegno per favorire le nascite, che coinvolga le istituzioni e le varie realtà culturali e sociali, riconoscendo la famiglia come grembo generativo della società.

Poi l’augurio di pace per le popolazioni che nell’Estremo Oriente e in varie parti del mondo, celebrano il capodanno lunare.

L’impegno dei ragazzi dell’Azione Cattolica per la pace

E ancora l’affettuoso saluto ai ragazzi e alle ragazze dell’Azione Cattolica della Diocesi di Roma presenti in piazza San Pietro a conclusione della “Carovana della Pace”, per l’apertura dei festeggiamenti per i 150 anni di fondazione dell’Azione Cattolica di Roma e dei 50 anni della nascita dell’ACR. A loro l’augurio di “essere gioiosi testimoni di pace e di fraternità”.  E al termine della lettura del loro messaggio da parte di una ragazza, sono volati in cielo palloncini colorati, simbolo, ha detto il Papa, “delle nostre preghiere per la pace nel mondo”.

L’annuncio della partenza per Abu Dhabi

Infine, un accenno al suo imminente viaggio negli Emirati Arabi:

Tra meno di un’ora partirò per un viaggio breve ma importante negli Emirati Arabi Uniti. Per favore, accompagnatemi con la preghiera. 

Qui l’articolo originale di Vatican News

Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
2
Gaudium Press
Sapevi che la fede nuziale può avere la forza di un esorcismo?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Best of Web
Muore per 20 minuti, si sveglia all’improvviso e racconta d...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
7
VANESSA INCONTRADA
Gelsomino Del Guercio
Vanessa Incontrada: ho scelto di battezzarmi a 30 anni per ritrov...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni