Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 25 Febbraio |
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

I 5 libri più belli della settimana scelti per le donne

LITTLE GIRL READING A BOOK

Shutterstock

Paola Belletti - pubblicato il 01/02/19

Nella scuola della mia figlia più piccola, che però ha già nove anni (ma esige di essere considerata piccola per una discreta casistica di faccende e grande per alcuni irrinunciabili privilegi) è nata la biblioteca gestita dagli alunni stessi. Ecco una cosa per la quale anche Isabella è ritenuta grande e responsabile e che la rende, insieme ai suoi compagni, giustamente fiera.

Ricordo che fin da piccole tutte e tre le nostre bambine, ma in particolare la seconda e la terzogenita, hanno sempre apparecchiato e giocato a lungo a “la biblioteca” con conseguente installazione di bancone dei prestiti, computer, segnalibri, timbri (per l’occasione andava benissimo il mio con partita iva o quello di Winnie Pooh, insomma il più facilmente reperibile in quel momento). Immancabile e sostanzioso il plico dei libri “da restituire”; e poiché vi trafficavano intorno con tutta la goffaggine della loro età non era raro assistere alla  caduta rovinosa di piramidi di DVD, per esempio. Ma ora fanno sul serio!

Così leggo sul sito della scuola:

L’importante ruolo del bibliotecario, e quindi responsabile della biblioteca della scuola e del prestito è affidato ai bimbi di quarta e quinta elementare che devono essere in grado di svolgere diverse attività, come ad esempio conoscere i diversi generi dei libri presenti in biblioteca, riconoscere le targhette dei libri, individuarne il genere e l’ordine di collocazione, consigliare le scelte. Un ruolo attivo di responsabilità per i ragazzi, come spiega la coordinatrice didattica: “L’idea è stata di creare uno speciale  spazio educativo che potesse concorrere agli obiettivi formativi della scuola ed aiutare il bambino a familiarizzare col libro fin dall’età precoce per permettergli di scoprire lo specialissimo spazio comunicativo in cui egli stesso diventa protagonista della lettura”.

E noi, che siamo ancora più grandi e responsabili e ma non ci dispiace giocare un po’, continuiamo con i nostri consigli di lettura mirati. Entrate in galleria e scegliete! Non esiste il “limite di prestito”, abbondate pure.

Tags:
librirecensioni di libri
Top 10
See More