Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 04 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Come crescere nel rapporto con Gesù nel 2019

22101lpr_b6609936c6868ba

© Thoom / Shutterstock

Catholic Link - pubblicato il 24/01/19

di Lexie Metzler

Allontanarsi dalla preghiera è facile. Spesso avrò una vita di preghiera costante per qualche settimana per poi stare mesi senza leggere la mia Bibbia. L’unico nutrimento che otterrò sarà il fatto di andare a Messa.

Sentirò la differenza. Sembrerà come se Dio si fosse allontanato da me, smettendo di parlarmi, eE dovrò ricordare a me stessa che sono stata invece io ad allontanarmi da Lui.

Sarò la prima ad ammettere che spesso sono solo troppo pigra. Gesù, invece, non è mai stato pigro nei miei confronti. Come posso essere pigra nei confronti di qualcuno che è morto per me? Quando mi soffermo a pensarci sembra crudele. E lo è davvero.

Un programma molto fitto può allontanare da noi la vita di preghiera. Dobbiamo pensare allo studio, al lavoro e magari anche a una famiglia da curare. Abbiamo una routine, e nel tempo libero riusciamo a malapena a farci una doccia.

L’amore, però, riguarda il sacrificio. Cristo ha sacrificato la sua vita per i nostri peccati e noi non riusciamo a sacrificare pochi minuti al giorno? Forse dieci minuti in meno di sonno. Potremmo rivedere il nostro programma giornaliero, o magari imparare a pregare mentre facciamo altre cose.

Possiamo pregare un moltissimi modi, e se questo può intimorirci, è anche splendido avere tante maniere per essere in comunicazione con Dio. Abbiamo le Messe quotidiane, e se anche non andiamo a Messa possiamo meditare sulle letture quotidiane. Un’altra possibilità è pregare in base a un devozionale quotidiano, leggere dei libri o recitare una novena.

Personalmente, mi piacerebbe fare un’Ora Santa ogni giorno, ma a volte non ci riesco. Mi assicuro sempre, però, di avere un po’ di tempo da trascorrere in tranquillità con Dio, fossero anche solo pochi minuti. E ricordate che anche se la vostra Bibbia non è aperta potete sempre parlare con Lui durante la giornata.

Quest’anno ho deciso di iniziare e terminare la mia giornata con almeno dieci minuti di preghiera. Al mattino uso la app Laudate per meditare sulle letture quotidiane, la sera cerco di meditare la Scrittura o di leggere. In questo momento sto studiando L’Imitazione di Cristo e tengo un diario al riguardo. Recito anche il Rosario ogni giorno, o quando mi sveglio o un’ora prima di andare a dormire. Si può anche spezzettare nel corso della giornata.

Originariamente i miei unici obiettivi spirituali per il 2019 erano questi, ma dopo una toccante esperienza in occasione della Confessione ne ho aggiunto un altro alla mia lista.

Eviterò la Confessione in cui c’è uno schermo che mi divide dal confessore.

Quando ho iniziato a confessarmi regolarmente (lo faccio una volta al mese), sapere che ci sarebbe stato uno schermo tra me e il sacerdote mi metteva a mio agio, e lo ricordo a chiunque quando è ansioso. È difficile esaminarsi e parlarne per vedere se stiamo davvero mettendo in pratica le virtù, trattando gli altri come farebbe Dio, trattando noi stessi come Sue creature e amando Dio più che possiamo. E mi imbarazza sempre constastare quanto fallisco nell’essere una rappresentazione di Cristo, a livello sia interno che esterno.

Lo schermo era una coperta per me. Una fonte di comfort. E ovviamente è tradizione che ci sia. Rispetto lo schermo e lo farò sempre, ma ho capito quanto mi renda umile il fatto di trovarmi faccia a faccia con il sacerdote. Mi sento più aperta quando posso vedere il volto del presbitero, e non avere uno schermo mi rende trasparente nei suoi confronti. Se è imbarazzante, è anche un promemoria del fatto che Gesù vede tutto di me e mi ama comunque. Quando sono faccia a faccia con il sacerdote, mi sento più “collegata” a Cristo e mi viene ricordato che non posso fuggire da Lui.

E allora quest’anno vi incoraggio non solo a rendere la preghiera un’abitudine della vita quotidiana, ma anche a sfidarvi. Promettete a Dio di fare qualcosa che vi faccia uscire dalla vostra zona di comfort.

Del resto, si dice che sono le sfide a farci crescere.

Qui l’articolo originale tratto da Catholic Link

Tags:
confessionecresceregesù cristo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni