Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il “miracolo” per cui verrà beatificato il dottor José Gregorio Hernández

Alfonso José Rodríguez Mejías / dignacultura.com.ve
Condividi

La tredicenne Yaxuri Ortega è sopravvissuta a un colpo di arma da fuoco in testa per intermediazione del “Medico dei poveri”

Il cardinale Baltazar Enrique Porras Cardozo ha rispettato l’incarico di portare alla Congregazione delle Cause dei Santi il dossier sul presunto miracolo che il dottor José Gregorio Hernández avrebbe compiuto sulla 13enne Yaxuri Solórzano Ortega nel 2017, che ha generato grandi aspettative tra i venezuelani, che elevano le proprie preghiere per la rapida beatificazione del “Medico dei poveri”.

“Ci sono grandi aspettative anche per il fatto che si tratta di un laico, di un medico, di un pioniere nelle scienze mediche in Venezuela, ma soprattutto di un santo che ha visto la sua professione come un servizio nei confronti dei più poveri e bisognosi”, ha affermato il cardinale Porras in un video diffuso sulle reti sociali.

Il miracolo arriva a Roma

Un’équipe di esperti, “assistiti dalla grazia di Dio e dalle verifiche scientifiche”, ha studiato il miracolo di Yaxuri, che probabilmente porterà alla beatificazione del medico. Il tribunale ecclesiastico creato nella diocesi di San Fernando, nello Stato di Apure, ha lavorato molto, e i risultati sono stati approvati il 18 dicembre 2018.

Il dossier è stato consegnato il 18 gennaio dal cardinale Porras a monsignor Giacomo Pappalardo in Vaticano, e contiene dettagli del presunto miracolo operato per intercessione del dottor Hernández su Yaxuri. “Inizia così la cosiddetta fase romana che porta allo studio da parte di esperti”, ha pubblicato l’arcidiocesi di Caracas su Twitter, accompagnando con varie foto la consegna ufficiale del dossier.

Anche se la Chiesa di Caracas non ha precisato quanto tempo verrà investito negli studi successivi, è stata sottolinata l’espressione del cardinale Giovanni Angelo Becciu, prefetto della Congregazione, che ha incontrato Porras e avrebbe affermato: “Finalmente il miracolo arriva a Roma”.

Com’è il miracolo arrivato a Roma?

I dettagli del miracolo non sono trapelati ufficialmente, ma l’interesse dei fedeli e della stampa in generale ha permesso di sapere che il dossier consegnato in Vaticano contiene testimonianze, prove mediche e considerazioni teologiche del fatto soprannaturale che ha permesso il recupero della ragazzina.

Yaxuri Ortega, 13 anni, è un’adololescente che vive a Manga Covera, a tre ore da San Fernando de Apure. Circa 22 mesi fa è stata raggiunta da un colpo di arma da fuoco alla testa ed è stata assistita nell’ospedale Pablo Acosta Ortiz di San Fernando. In seguito ha subito un intervento presso una clinica privata locale, ma la prognosi era riservata.

“Aveva perso molto sangue, massa encefalica e varie ossa”, ha rivelato una fonte vicina alla Chiesa, sostenendo che sarebbe stata guarita inspiegabilmente da “El Venerable” medico dei poveri il 10 marzo 2017.

“Il fatto è stato definito inspiegabile dal tribunale quando una tomografia realizzata nel dicembre scorso (…) ha mostrato che la ragazzina ha una lesione al cervello ma è del tutto asintomatica, senza conseguenze, quando – 21 mesi dopo aver ricevuto il colpo – avrebbe dovuto presentare una disabilità, in base alla prognosi del neurochirurgo”, ha riferito El Tiempo dopo aver consultato una fonte ecclesiale.

Il 16 gennaio 1986, Papa Giovanni Paolo II ha dichiarato “venerabile” il dottor José Gregorio Hernández. Nel 33° anniversario di quell’evento, monsignor Tulio Luis Ramírez Padilla, vice-postulatore della causa, ha chiesto ai sacerdoti di “menzionarlo nelle Messe” di anniversario e di pregare “per la sua rapida beatificazione e canonizzazione”.

Se verrà approvata la beatificazione, il dottor Hernández sarà il primo venezuelano ad arrivare agli altari, preceduto da tre religiose: l’agostiniana recolletta María de San José (7 maggio 1995), la carmelitana Candelaria de San José (27 aprile 2008) e la serva di Gesù Carmen Rendiles (16 giugno 2018).

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.