Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché la controversia sullo spot della Gillette è un’ottima opportunità di evangelizzazione

Gillette/ Youtube
Condividi

di Brenton Cordeiro

Sui media si è parlato molto del recente spot pubblicitario della Gillette che esorta gli uomini a conformarsi a uno standard più elevato di mascolinità. Non voglio entrare nei tanti dibattiti generati da questa pubblicità, ma mi piacerebbe sottolineare come questa rappresenti un’ottima opportunità di evangelizzazione, se incanaliamo le discussioni sulla mascolinità e le indirizziamo verso la soluzione: seguire Gesù, l’uomo perfetto.

La prossima volta che qualcuno parlerà con voi della pubblicità della Gillette (o di qualsiasi altro argomento che riguardi i problemi della mascolinità nella nostra cultura), spiegategli che il fulcro delle questioni sottolineate nello spot è il fatto che molti uomini non sanno semplicemente come essere veri uomini. Nella nostra cultura ci sono elementi della mascolinità seriamente corrotti e che hanno bisogno di essere affrontati. Tutti i tentativi di far fronte a questi problemi che non includano un appello alla conversione e al discepolato in Gesù, tuttavia, serviranno a poco.

Indipendentemente dal fatto che si appartenga ai cosiddetti “conservatori” o ai “liberali” o che si stia nel mezzo, possiamo tutti concordare su alcuni principi di base: non vogliamo molestie sessuali sul lavoro o in qualsiasi altro settore, non vogliamo il bullismo nelle scuole, non vogliamo scusare il comportamento negativo degli uomini nei confronti di altri uomini o delle donne, ecc.. Possiamo anche concordare sul fatto che vogliamo che gli uomini siano buoni padri per i loro figli maschi, mariti fedeli, affidabili…

Per molti versi, stiamo tutti parlando della stessa cosa. Vogliamo che nel nostro mondo e nella nostra cultura gli uomini abbraccino l’autentica mascolinità. La divisione è sulla definizione e sul modello della mascolinità autentica.

È qui che noi cristiani possiamo entrare e indicare l’uomo perfetto: Gesù.

Può sembrare troppo semplicistico, ma pensateci un attimo. Se c’è confusione riguardo a ciò che caratterizza l’uomo ideale, o su cosa significa l’autentica mascolinità, perché non indirizzare la gente a guardare all’uomo perfetto e imparare da lui?

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni