Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

A Koiné il “Made in Italy” passa anche dai paramenti sacri

William ALIX I CIRIC
MOBILE PER LE CASULE: Mobile da sagrestia con cassetti larghi e profondi per riporre le casule.

Condividi
Sono tante le novità che saranno esposte a Koiné, la più rinomata fiera del settore religioso che presenteranno le proprie creazioni nel rispetto del messaggio e della tradizione cristiana: dal patchwork alla tessitura, dalla tintura al ricamo, alla stampa serigrafica. “La ricerca nel settore punta dunque all’innovazione ma soprattutto alla bellezza – sottolineano gli organizzatori – e non guarda tanto al design quanto alla scelta dei materiali: si va dalle foglie di canapa al crine di cavallo. L’obiettivo è quello della rivalutazione dei territori e della valorizzazione delle materie prime locali, perché anche questo è parte della liturgia”.

Leggi anche: Koinè: l’arte sacra a Vicenza!

La bellezza e la liturgia da sempre insieme

Un mercato, quello dell’abbigliamento liturgico, destinato al mondo cattolico, che ha delle potenzialità interessanti per i brand italiani. Secondo i dati diffusi dall’Annuario statistico della Chiesa (aggiornati al 31 dicembre 2016) si contano infatti in tutto il mondo 5353 vescovi, 414.969 sacerdoti, 46.312 diaconi permanenti, 52.625 i religiosi non sacerdoti, 659.445 religiose e 116 mila seminaristi.

Koinè, giunta alla sua trentesima edizione e organizzata da Italian Exhibition Group, leader in Italia nella realizzazione di eventi fieristici, si conferma punto di confronto e ispirazione anche per stilisti e artisti tessili, offrendo uno stimolo decisivo per rinnovare la produzione. La valorizzazione dell’artigianato italiano è, infatti, uno degli obiettivi strategici dell’edizione 2019 che non a caso ospiterà nel Colonnato della Hall Ia “Via del Made in Italy”, una selezione di prestigiose opere del nostro artigianato accolte in un pot-pourri di luci e colori eccezionali e suddivise in 4 grandi temi: Vasi Sacri e oggetti per uso liturgico, Oggetti per la devozione e la fede dei fedeli, Icone ed immagini, Paramenti Sacri.

Leggi anche: A Koiné 2019 il raduno dei “sagrestani”

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni