Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Sapete in che momento vi attacca il demonio?

Condividi

Una testimonianza forte

Sono cresciuto sentendo dire che i tre grandi nemici dell’anima sono il mondo, il demonio e la carne. Per molto tempo ho sentito parlare del mondo e della carne, ma il demonio era una specie di tabù in chiesa. Non se ne parlava.

Oggi, dopo molto tempo, un sacerdote nella sua omelia ce ne ha parlato dicendo: “Devo parlarvi del demonio, perché stiate attenti e sappiate come difendervi. Non possiamo vivere ignorando la sua esistenza”.

Il demonio è chiamato padre della menzogna, tentatore, seduttore, ed è ben nota la sua capacità di farci cadere nelle tre tentazioni fondamentali, che per me sono:

  1. La sensualità
  2. L’affanno di denaro
  3. L’orgoglio/amor proprio.

Sono tutte e tre molto pericolose, soprattutto la sensualità. Basta accendere il computer perché appaiano immagini non cercate. La pornografia arriva come un virus. Mi fa male perché ricordo che ogni persona è un tempio di Dio. Il vostro corpo è sacro. Non sarò in grado di giudicare nessuno per quello che fa, non si sa mai la croce che ciascuno si porta dietro. Quelle povere anime… figli di Dio… a volte prego per loro.

Visto che il demonio è astuto, aspetta pazientemente il momento adatto per agire e avere successo.

Il tentatore non vive in base ai nostri parametri, per cui può sedersi tranquillo in un angolo e aspettare. Vuole la nostra anima, distruggerci la vita, e farà qualunque cosa per riuscirci. Seminerà il dubbio, l’incertezza, e ci porterà a mettere in discussione Dio. Non permetteteglielo! Valete molto agli occhi di Dio!

Conosco persone che sono cadute nelle trappole del demonio. In loro si percepisce il dubbio anziché la certezza di Dio, e vogliono seminare questo dubbio anche in noi.

È come quel peccato ripetitivo che molti commettiamo e in cui cadiamo regolarmente, confessandolo ogni volta che ci accostiamo al sacramento della Penitenza. Chi pensate che ci sia
dietro quella cosa che vi incatena?

La pace viene da Dio, l’incertezza e l’angoscia no.

Le tentazioni di Gesù nel deserto sono la chiave per capire in che momento ci attacca il demonio, come un cane con la rabbia.

“E dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, ebbe fame. Il tentatore allora gli si accostò e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, di’ che questi sassi diventino pane». Ma egli rispose: «Sta scritto: Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio»” (Matteo 4, 2-4).

Ve ne siete resi conto?

Ha tentato Gesù dopo 40 giorni di digiuno, quando era stremato, affamato, debole. Come fa con noi. Si presentano situazioni difficili, ci si sente abbandonati da Dio, ci si ribella, ed è in quel momento che arriva sottilmente la tentazione, cercando di ingannarvi, di farvi credere che andrà meglio se non si confida in Dio.

Come ci possiamo rafforzare?

Molto tempo fa ho imparato che per vincere il demonio sono molto efficaci la lettura della Parola di Dio, la preghiera e l’aiuto della nostra Madre del cielo e del nostro angelo custode, che invoco spesso. Non dimentichiamo San Michele Arcangelo.

Possiamo vincere il demonio? Leggete nelle Scritture le tentazioni di Gesù nel deserto. Egli ci insegna come si fa. Si può, il demonio non è invincibile.

Coraggio! Siamo figli amati di Dio, che non ci abbandonerà mai!

Abbiate una vita sacramentale. Valorizzate il vostro stato di grazia. Dio si prenderà cura di voi.

Tags:
demonio
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.