Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 24 Febbraio |
Beato Tommaso Maria Fusco
home iconChiesa
line break icon

Cos’è un ostensorio?

Josh Applegate CC0

Philip Kosloski - pubblicato il 18/01/19

Collegato all'adorazione eucaristica, questo oggetto liturgico risale al Medioevo

Le espressioni di fede nella Presenza Reale di Cristo nell’Eucaristia si sono sviluppate nel corso del tempo. Uno sviluppo di questo tipo è stato l’introduzione dell’adorazione eucaristica al di fuori della Messa e del tabernacolo. Per facilitare questa nuova devozione venne inventato un oggetto liturgico chiamato ostensorio.

L’obiettivo dell’ostensorio è mostrare un’Ostia consacrata perché i presenti la adorino e la venerino. Lo sviluppo dell’ostensorio può essere fatto risalire al XIII secolo, quando le processioni eucaristiche videro aumentare la loro popolarità per via della nuova festa del Corpus Domini.

All’inizio, in queste processioni l’Eucaristia veniva portata in un ciborium (contenitore d’oro) chiuso, e solo in seguito il ciborium usato nelle processioni venne allungato per includere una sezione che conteneva una singola Ostia.

La Catholic Encyclopedia spiega come veniva realizzato all’inizio un ostensorio:

Nel cilindro centrale veniva posta una grande Ostia, verticale perché collocata in una lunetta appositamente costruita. Molti ostensori medievali di questo tipo sono sopravvissuti fino a oggi. Presto, però, divenne evidente che [l’ostensorio] poteva essere adattato meglio all’obiettivo di attirare tutti gli sguardi sull’Ostia sacra creando una parte trasparente dell’oggetto delle dimensioni richieste e circondata da raggi, come il sole. Anche gli ostensori di questo tipo, risalenti al XV secolo, non sono infrequenti, e per varie centinaia di anni questa è stata la forma più comune nell’uso pratico.

L’ostensorio vuole sottolineare e attirare l’attenzione sul Re dei Re, Gesù Cristo, presente in modo reale e sostanziale nella forma del pane. È per questo che l’ostensorio è in genere d’oro e ornato in modo particolare, in segno di riconoscimento del mistero divino che contiene e rivela.

Tags:
comunione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
KISS
Carlos Padilla
Curate così il vostro matrimonio e non ve ne pentirete mai
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
5
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
6
POPE JOHN PAUL II
Gelsomino Del Guercio
Pensieri sugli angeli di Giovanni Paolo II. “Sono esseri-pe...
7
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Purgatorio
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni