Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché alcune cattedrali hanno dei labirinti a terra?

CHURCH LABYRINTH
Novi val navdušenja nad labirinti: prenovljen talni labirint v katedrali v Amiensu, Franciji, iz 19. stoletja
Condividi

Questo elemento decorativo ha iniziato ad essere usato nel IV secolo

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Cliccare qui per aprire la galleria fotografica

Sembra che i labirinti non abbiano molto a che vedere con l’architettura cristiana o con la storia delle arti decorative cristiane, vero? Troviamo ovviamente decorazioni labirintiche nelle colonne gotiche e in manoscritti e alcuni giardini francesi e inglesi (anche se non si trovano in contesti religiosi), ma nulla che possa assomigliare al labirinto classico egiziano o greco, come quelli descritti da Erodoto o Plinio o nella mitologia.

Come sempre, però, ci sono delle eccezioni alla regola. Alcune cattedrali francesi, come quelle di Amiens, Chartres, Reims, Saint-Quentin e Saint-Omer, sono ancora oggi note per via dei grandi labirinti a terra. Anche alcune cattedrali non medievali (come la Grace Cathedral di San Francisco, in California) presentano labirinti sul pavimento.

È utile dire che il primo labirinto in una chiesa cristiana è il pavimento del IV secolo della basilica di San Reparato, in Algeria. Ma qual è allora il significato dei labirinti nell’arte cristiana, e più specificatamente nella pavimentazione delle cattedrali?

In base alla spiegazione più diffusa, i labirinti vennero usati in origine come allusioni simboliche alla Città Santa (Gerusalemme), dando loro così un significato spirituale. I labirinti servivano come sostituti delle rotte di pellegrinaggio, venendo considerati simbolici “cammini verso la Terra Santa”. Chi non poteva recarsi in pellegrinaggio a Gerusalemme percorreva i labirinti – alcuni perfino in ginocchio – recitando al contempo alcune devozioni specifiche (come la Via Crucis).

Questo tipo di pellegrinaggio simbolico era praticato a Chartres nel XVII secolo, anche se esistono poche prove in grado di avvalorare questa affermazione.

Altri studiosi sostengono che i labirinti venissero usati durante la Settimana Santa, rappresentando l’angoscia di Cristo (ma anche in questo caso non ci sono prove a sostegno di questa ipotesi).

Probabilmente c’è una spiegazione più semplice e diretta: lo standard del labirinto prevedeva una decorazione geometrica pulita ed elegante per le chiese, senza altri significati.

Scorrete la galleria fotografica per ammirare alcune di queste belle decorazioni, che ornano le principali cattedrali medievali d’Europa.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni