Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Accendetevi con un fuoco interiore che purifica e anima

NEW YEAR
Condividi

Il cambiamento interiore, profondo e duraturo è un dono dello Spirito Santo

Gesù è stato unto con lo Spirito Santo, ed è passato per questa Terra facendo il bene e curando i sofferenti. Lo Spirito Santo gli ha dato la capacità di battezzarmi con il suo fuoco. Lo Spirito viene su di me con il suo potere. Non si limita a perdonarmi i peccati. Mi dà forza. Mi riempie del fuoco del suo amore. Mi rende capace di passare per la vita come Gesù, facendo il bene.

Gesù è pieno dello Spirito di Dio. Pieno del suo potere. Ha rinunciato a tutto e ha ricevuto lo Spirito per cambiare tutto.

Mi è chiaro che i grandi cambiamenti nella mia anima sono frutto dello Spirito. Commenta padre Josef Kentenich: “Possiamo preparare un po’ il terreno per quella trasformazione interiore mediante un certo esercizio, ma in definitiva è lo Spirito Santo che deve donarcelo” [1].

Il cambiamento interiore, profondo e duraturo è opera dello Spirito in me.

Mi impegno a voler cambiare con volontà, sforzo, esercizio. Ma è Lui che mi cambia dentro. Mi trasforma. È un dono.

L’amore filiale mi fa implorare la presenza dello Spirito Santo con i suoi doni nella mia vita. Grido a Dio come un bambino. Lo Spirito Santo, come un lampo, illumina la mia anima e la rende più di Dio.

Maria risponde alla mia supplica inviandomi lo Spirito Santo, lo Spirito dell’Amore. Prego con Maria nel Cenacolo, come gli apostoli.

Padre Kentenich me lo ricorda: “Se lo Spirito Santo, l’amore increato, non scende fin nel più profondo del nostro essere, non avremo mai un forte spirito di filiazione” [2].

Maria è piena dello Spirito Santo. Ella si volge su di me e mi colma col suo essere. Implora lo Spirito con me perché mi faccia esclamare: “Abbà, Padre”. Guardo Dio come un bambino.

Lo Spirito è il fuoco dentro di me che mi purifica, mi pulisce, mi anima. E mi fa essere più bambino. Ho bisogno dello Spirito Santo per essere di Cristo.

Commenta Papa Francesco nell’esortazione apostolica Amoris Laetitia: “Gesù vuole una Chiesa attenta al bene che lo Spirito sparge in mezzo alla fragilità”.

Nella mia fragilità mi posso rialzare con la forza dello Spirito. È Lui che mi salva.

Voglio rinnovare il mio Battesimo. Non ricordo il giorno in cui sono stato battezzato. Voglio lasciarmi toccare di nuovo dall’acqua del Battesimo. Lo Spirito di Dio può farmi rinascere.

[1] Kentenich Reader Tomo 3: Seguir al profeta, Peter Locher, Jonathan Niehaus
[2] J. Kentenich, Niños ante Dios, 233

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni