Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Ogni strada, ogni quartiere è una terra santa se Dio è la nostra compagnia

WOMAN, STREET, CROSS
Shutterstock
Condividi

La missione quotidiana di ciascuno è vivere un rapporto vivo e sacro col Padre nel luogo in cui vive.

di Chiara Tanzi

L’estate scorsa ho trascorso un periodo nella nostra casa di missione a Broomfield, in Colorado. Era un luogo a me nuovo ma anche familiare. Infatti, c’erano case basse, strade alberate e parchi come quelli dei sobborghi di Washington D.C., dove abita la mia famiglia. Però, bastava girare l’angolo per trovarsi davanti la lunga catena delle Montagne Rocciose, che presto mi hanno conquistata.

Vedendo che ero affascinata dalle montagne, un sabato mattina suor Patrizia e María mi hanno portata alla scoperta di una delle cime più vicine. Dalle colline più basse, ancora terra di praterie e di coyote, siamo salite attraverso un canyon boscoso, tra abeti e pioppi. Di tanto in tanto, alle nostre spalle si apriva uno scorcio sull’immensa pianura che si stendeva verso est. Tutto era bellissimo ma mentre salivamo ho cominciato a provare uno strano sentimento di solitudine e smarrimento.

MODLITWA PRZED PODRÓŻĄ
Shutterstock

Poi ho capito: negli ultimi anni ho vissuto in Italia e mi sono abituata a un paesaggio abitato dalla memoria di un popolo cristiano. In Italia, è comune trovare lungo un sentiero un crocifisso, una cappellina, una grotta dove forse ha trascorso del tempo qualche eremita: tracce fisiche della fede vissuta. Ci ricordano l’origine della bellezza intorno a noi e ci dicono che Dio, creatore di tutte le cose, si è incarnato e continua ad essere presente lungo la storia. Ci parlano di un popolo che cammina insieme a noi, il popolo dei santi, quelli ancora sulla terra e quelli già in cielo.
In me è nata un’acuta nostalgia perché anche nella mia terra americana la Chiesa possa costruire luoghi dove mostrare la vicinanza di Dio agli uomini.

Nei giorni successivi a quella gita, mi chiedevo: “Cosa potrà rendere ‘santa’ anche questa terra?”. Guardando le mie sorelle all’opera nella loro missione, la risposta mi si è chiarita.
Un luogo diventa santo se lì qualcuno vive il rapporto sacro che Dio vuole instaurare con lui: la Terra Santa è tale perché Gesù ci ha vissuto con i suoi, ma anche Assisi è terra santa perché lì san Francesco ha vissuto con Lui. Anche i luoghi dove abitiamo noi, per quanto umili, possono diventare santi e rimanere nella storia, se viviamo fino in fondo la santità a cui siamo chiamati.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni