Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 06 Marzo |
San Julián di Toledo
home iconChiesa
line break icon

La messa dedicata alle anime di 540 figli morti prematuramente

Shutterstock-Josef Hanus

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 15/01/19

Un evento che si ripete ogni anno in provincia di Belluno. A promuoverlo i "Giovani Rinati nella Luce"

La cerimonia, sempre toccante, dei “Giovani Rinati nella Luce” di Fonzaso, in provincia di Belluno, si è tenuta il 13 gennaio 2019 nella chiesa parrocchiale del paese. L’evento è arrivato alla sua ventiquattresima edizione. Si tratta di una messa celebrata dal parroco don Alberto Vallotto per ricordare i giovani, bambini, fidanzate, fidanzati, famigliari, prematuramente deceduti.

“Filo diretto con i nostri giovani defunti”

La chiesa era affollatissima, con tante persone arrivate anche da molto lontano. Bastava dare uno sguardo alle auto nei parcheggi di Fonzaso, vicino alla chiesa: i presenti arrivavano da tutte le province del Veneto e anche da fuori regione. 540, in totale, i nomi letti dal parroco di figli morti prematuramente (Il Gazzettino, 14 gennaio).

«Con questa cerimonia cristiana di ricordo – afferma don Alberto -vogliamo tenere un filo diretto con i nostri cari giovani defunti e sentirci così uniti nella speranza di rivederci e ritrovarci in Paradiso» (Il Gazzettino, 12 gennaio).


WOMEN,PRAYING,MASS

Leggi anche:
Le Messe per i defunti: è necessario che vengano ricordati per nome?

Il lutto per Alessandro

La cerimonia, in collaborazione con la parrocchia, è promossa dall’Associazione “Giovani Rinati in Luce”, che riunisce dal 1996 le famiglie dei giovani prematuramente scomparsi della provincia di Belluno e delle provincie venete.

E’ nata per iniziativa di Eleonora Simonetto e della cognata Anna Fent – unite dalla perdita di Alessandro, rispettivamente figlio e nipote – per condividere la sofferenza con altre persone, così da non sentirsi più soli con un dolore tanto grande.




Leggi anche:
Cosa sono le Messe gregoriane per i defunti?

Ricavato in beneficenza

Ma dalla sofferenza può nascere un aiuto concreto ad altri bambini che soffrono. Infatti ogni seconda domenica di gennaio – quando genitori e parenti si ritrovano a Fonzaso per ricordare i loro ragazzi – dalla commozione e dal ricordo si sviluppa anche una importante generosità.

Dal ricordo all’aiuto: ogni anno dal 1996 ad oggi, i soldi ricavati in occasione della celebrazione vengono devoluti a varie associazioni per aiutare i bimbi in difficoltà (corofonzaso.altervista.org).

Quest’anno l’associazione che beneficerà della donazione sarà “Per mio figlio” di Treviso, che si occupa dell’assistenza ai bambini negli ospedali (Corriere Alpi, 14 gennaio).




Leggi anche:
Oltre 4000 km in bici per ascoltare il battito della figlia defunta

Tags:
defuntigiovaniMessa
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
5
MADONNA
Maria Paola Daud
La curiosa immagine della Vergine Maria protettrice dal Coronavir...
6
PUSTYNIA
Felipe Aquino
Attenzione alle penitenze assurde in Quaresima
7
Gelsomino Del Guercio
“Solo tu potevi capire Maria”. Lettera di Don Tonino Bello a San ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni