Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

L’attore Chris Pratt: faccio la dieta della Bibbia ispirata dal profeta Daniele

CHRIS PRATT
Matteo Chinellato / Shutterstock
Condividi

La star di Jurassic World: preghiera e digiuno per 21 giorni, come suggerito nelle Sacre Scrittiure. Vediamo in cosa consiste il cosiddetto "Daniel Fast"

Chris Pratt ha intenzione di cambiare pagina. L’attore 39enne ha infatti annunciato tramite le storie di Instagram e l’account Twitter di aver intrapreso un nuovo regime di dieta a base di digiuno e preghiere.

Si tratta di un programma conosciuto come “Daniel Fast” e dura 21 giorni. In una delle stories la star di Jurassic World, saluta i suoi followers, e dice: “Ciao. Sono Chris Pratt. È il terzo giorno del Daniel Fast. Dategli un’occhiata. Sono 21 giorni di preghiera e digiuno (…) (Fox Life, 14 gennaio)

Cinque elementi

Il digiuno di Daniele, ideato da tre medici e da un pastore americani, è l’ultima dieta alla moda negli States. Si tratta di un libro e un DVD che propongono, in sei sessioni settimanali, uno stile di vita sano fondato sui principî della Bibbia e legato a cinque elementi di progresso intrinsecamente legati: fede, nutrimento, forma fisica, concentrazione e amici.

Il libro di Daniele

Si basa su un passaggio del Libro di Daniele, quello in cui Nabucodonosor, re di Babilonia, offre ai servitori prigionieri una porzione delle sue vivande reali e del vino della sua tavola. Trattenuto con loro e profondamente umiliato da questo “favore” reale, il futuro profeta Daniele disse all’intendente del re:

«Mettici alla prova per dieci giorni, dandoci da mangiare legumi e da bere acqua, poi si confrontino, alla tua presenza, le nostre facce con quelle dei giovani che mangiano le vivande del re; quindi deciderai di fare con noi tuoi servi come avrai constatato». Egli acconsentì e fece la prova per dieci giorni; terminati questi, si vide che le loro facce erano più belle e più floride di quelle di tutti gli altri giovani che mangiavano le vivande del re». 

Dan 1, 12-15

I cibi e le quantità da consumare

Di conseguenza, il regime alimentare consigliato è drastico. Le proporzioni raccomandate per ogni pasto sono le seguenti: 50% di legumi, 25% di proteine magre, animali o vegetali, 25% di amidi interi, un po’ di frutti poco zuccherati, acqua o tisane.

Il digiuno di Daniele parte da una convinzione: Dio ha creato il nostro corpo perché sia in buona salute, ed ha fornito tutto ciò di cui avevamo bisogno per prendercene cura.

La Parola di Dio

Ecco perché i fondatori invitano i partecipanti a pregare, meditare, leggera la Parola di Dio, al fine di lasciarsi trasformare da Cristo e di trovare in Lui la forza di cambiare i nostri modi di vita. Nella Bibbia, nutrirsi è indispensabile perché il nutrimento difende valori quali la fede in Dio, l’integrità, l’umiltà e la generosità, sorgenti di buona salute spirituale. Approfondire la propria relazione con Dio significa anche offrire in sacrificio tutti i piaceri legati al nutrimento. Questo sforzo permette così di avvicinarsi a Lui e di vivere una spiritualità ricca e feconda (Aleteia, 15 febbraio 2018).

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni