Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Gennaio |
Conversione di Paolo
home iconStile di vita
line break icon

Come usare una ferita fisica come opportunità per la crescita spirituale

INJURY

Shutterstock

Jim Schroeder - pubblicato il 12/01/19

Anche quando affrontiamo direttamente il dolore e le ferite che ci hanno inflitto gli altri, però, spesso sottolineiamo solo il dolore e la debolezza, o facciamo troppo affidamento su aiuti esterni (come i farmaci), dimenticando tutti gli aspetti positivi e rafforzanti interenti alla situazione nella sua totalità. Come la mia tendenza a ossessionarmi per ciò che poteva andare male con il mio piede, o a dipendere troppo da altre parti della gamba, come esseri umani spesso ci concentriamo sul dolore e sui torti percepiti in una situazione particolare, perdendoci tutti i modi in cui siamo stati supportati durante il cammino.

Fare questo non cambia il fatto che ci sia stato un dolore. La mia caviglia si era storta davvero su quella radice qualche giorno prima. Ancor più grande della ferita, però, sono state l’incredibile guarigione e le forze entrate in gioco quasi istantaneamente dopo aver provato il dolore. I medici possono dirci di usare degli antidolorifici e del ghiaccio per ridurre il gonfiore, ma questo può renderci indifferenti al fatto che il gonfiore stesso è necessario perché si possa recuperare. Lo stesso vale nei nostri rapporti – per giungere alla nostra meta, a volte le cose si ingigantiscono e peggiorano prima di migliorare, come sa bene chiunque si sia storto una caviglia.

Tutto ciò include comunque un certo grado di prudenza e una netta conoscenza relativa al nostro obiettivo di una guarigione autentica. Sapevo che correre fin dall’inizio avrebbe potuto provocarmi un dolore più intenso. Nel mio desiderio di rimettermi rapidamente, questo approccio impaziente avrebbe potuto sortire l’effetto contrario. Allo stesso modo, nel lungo periodo è chiaro che la nostra volontà dev’essere moderata dalla chiara consapevolezza di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, altrimenti ogni passo provocherà una ferita maggiore e apprensione anziché più forza e l’agognata guarigione. È per questo che quella mattina, anziché dirigermi verso la mia meta abituale sapevo che l’importante era andare avanti, qualunque fosse la destinazione.

Tutti noi vogliamo il pieno recupero e la guarigione totale nella nostra vita, e nella nostra mente questo implica spesso il fatto di raggiungere una destinazione o un accordo particolare. Concentrandoci solo su un obiettivo, però, può essere facile chiedersi perché un dolore particolare riemerga, ricordandoci apparentemente che andare dove vorremmo potrebbe non essere effettivamente l’obiettivo che dovremmo perseguire. È invece il movimento diretto e prudente verso le nostre paure e insicurezze che permette la guarigione in modi mistici, in una dimensione invisibile in cui le nostre debolezze vengono trasformate in poteri nascosti che sono sempre stati lì.

  • 1
  • 2
Tags:
feritaspiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni