Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 24 Giugno |
San Giovanni Battista
home iconFor Her
line break icon

L’infinita pazienza con cui Dio leviga la mia anima

FIGLIO, DOWN, PADRE

Nathan Anderson | Unsplash

Fraternità San Carlo Borromeo - pubblicato il 09/01/19

Una giornata di caritativa in una cooperativa per disabili e l'imprevisto dono di accorgersi che Dio non molla mai la presa su di noi, finché non impariamo.

di Luis Javier Rosales

Ho trascorso un mese presso la cooperativa Nazareno, a Carpi, facendo caritativa con persone disabili che si occupano di artigianato. La mia giornata era così: sveglia presto, lodi e silenzio, poi la messa; dopo di che, andavamo in cooperativa a fare colazione. Mi è stato di grande aiuto avere un tempo fisso e stabile di preghiera per mendicare la disponibilità del mio cuore e l’aumento dell’affezione per i ragazzi, cioè la capacità di guardare Cristo nei loro volti.


MANI, DISABILE, DISEGNO

Leggi anche:
7 nuovi stilisti per Max Mara? Sono giovani, con esperienza e sono disabili psichici

C’è stato un episodio particolarmente significativo. Un giorno ho aiutato Beppe, un anziano settantenne con la sindrome di Down, a fare dei pupazzi, riempiendoli di cotone. Dovevo fare i miei pupazzi e al tempo stesso aiutare lui a fare i suoi. Però, dato che non riusciva a spingere bene il cotone dentro la sagoma, dovevo mo­strargli in continuazione come farlo. In continuazione significa ogni 15 secondi per tre ore filate. “Così no, si fa così, guardami. Con la penna lo infili fino in fondo alla gamba del pupazzo. Vedi? Prendi il cotone, e paf!, lo infili fino in fondo”. Lui rispondeva sempre co­sì: “Eh, eh! Bravo, bravo!”. Poi ci provava e sbagliava ancora, e di nuovo io: “No, così no, guarda come faccio”. E di nuovo lui: “Bravo, bravo, sì, sì”. E avanti così. Sono arrivato a pranzo che ero stanchissimo. Mangiamo insieme e vedo che era contentissimo di aver lavorato “bene”: era stata una bella mattina di lavoro.

UfaBizPhoto/Shutterstock

Più tardi ho capito il valore di quella mattina: anche Dio fa così con me. Una volta dopo l’altra mi insegna, è paziente. Una volta dopo l’altra. Non si stanca finché non imparo.
Inoltre, stando nella cooperativa, ho capito che ciascuna di queste persone fa un’attività necessaria allo scopo finale. Ognuno di loro è utile e necessario per il tutto, anche facendo cose a prima vista banali e semplicissime.


ALBERTO MERONI

Leggi anche:
Alberto è un cuoco e sogna un ristorante tutto suo. Sì, ha anche la sindrome di Down

Penso alla mia vita in seminario. Anche qui tutto ha un valore immenso e gli altri hanno bisogno della mia risposta personale davanti al compito che ho, cioè prendere sul serio la mia vocazione e il mio rapporto con Cristo. La mia giornata è piena di piccoli gesti nascosti, apparentemente banali. Li voglio vivere nella verità, guardando allo scopo come quei ragazzi.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
caritativadisabililavoro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
5
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
6
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni