Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Ecco dove il Papa prega e celebra la Messa quotidiana. Visita alla cappella di Santa Marta

CASA SANTA MARTA
OSSERVATORE ROMANO / AFP
Condividi

La basilica di San Pietro, la Cappella Sistina e anche la parrocchia di Sant'Anna sono note a visitatori e pellegrini, ma in Vaticano ci sono anche altri luoghi di preghiera in genere chiusi al pubblico

Tra le cappelle meno note del Vaticano ce n’è una che riceve un’attenzione quasi quotidiana da parte di molti fedeli: la cappella dello Spirito Santo, nota anche come Santa Marta, dal nome della residenza che la ospita. È qui che Papa Francesco celebra la sua Messa quotidiana, e le sue omelie attraversano le mura della cappella grazie alla pubblicazione dei loro estratti sul portale ufficiale Vatican News.

Fin dall’inizio del suo pontificato, Papa Francesco non ha voluto insediarsi negli appartamenti pontifici del Palazzo Apostolico, scegliendo la residenza Santa Marta. L’enorme edificio è stato costruito nel 1996 a sud della basilica di San Pietro, inizialmente per alloggiare gli ospiti di passaggio e i cardinali durante il conclave. Le sue stanze, comode ma senza lussi, sono arredate con sobrietà.

POPE FRANCIS SANTA MARTA
©VaticanMedia-Foto/CPP

Per il Sovrano Pontefice argentino, la scelta di questa residenza è stata guidata innanzitutto dal desiderio di sfuggire alla solitudine inerente al suo incarico di guida della Chiesa cattolica. Insediato nella stanza numero 201 di Santa Marta, il Papa può avere fino a 130 vicini, suddivisi sui quattro piani che compongono questo hotel ecclesiastico.

Praticamente ogni mattina il vescovo di Roma celebra la Messa alle 7.00 nella piccola cappella del pianterreno della Casa di Santa Marta, tra la residenza e le Mura Leonine: la cappella dello Spirito Santo. A questa Eucaristia possono assistere quotidianamente una cinquantina di persone tra gli impiegati del Vaticano. Possono chiedere di assistervi anche fedeli “giubilari”, ovvero che festeggiano un anniversario importante di matrimonio o di ordinazione.

Dal 2014 il successore di Pietro ha proposto anche che la Messa sia aperta ai fedeli romani, perché possano pregare accanto al loro vescovo. I parroci di Roma sono incaricati di chiedere l’autorizzazione per partecipare alla celebrazione con un gruppo di fedeli. Le persone che ricevono il permesso per assistervi ogni giorno sono circa 25.

Servizio fotografico OR / CPP

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.