Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

I 5 libri più belli della settimana scelti per le donne

Condividi

Apre a Firenze la "Piccola farmacia letteraria" dove i libri come in una vera farmacia sono accompagnati dal foglietto illustrativo. Che idea originale!

A Firenze ha aperto da poco nel quartiere Gavinana la “Piccola farmacia letteraria” che propone soluzioni letterarie per problemi reali: sei triste? confuso? sei appena uscito da una storia d’amore? Ora “la cura” puoi trovarla in questa nuova, piccola e graziosa libreria fiorentina (Firenze today). Un’idea davvero originale nata dalla 35enne Elena Molini la quale crede fermamente che i libri possano lenire certe ferite, aiutare a distendere volti tesi, illuminare occhi stanchi e opachi.

View this post on Instagram

***PUBBLICITA’ PROGRESSO*** Campagna contro l’abbandono dei librai post-Natale. Quest’anno vorrei distrarvi un attimo dalla consueta diatriba panettone, pandoro, canditi sì canditi no, no nonna non ce l’ho il fidanzato, sì certo mi laureo a breve, sì è vero sono ingrassata ma magno lo stesso come se non ci fosse un domani; per sottoporvi un problema sociale troppo spesso trascurato: l’abbandono del libraio post-Natale. Ebbene sì proprio noi che nelle scorse settimane siamo stati in catena di montaggio a incartare i vostri regali, (anche quei c***o di puzzle cilindrici che se becco chi li ha inventati gli faccio passare un brutto quarto d’ora) sempre disponibili e sorridenti anche quando il tirascotch non tirava una beata mazza e davanti all’orario di chiusura compariva un preferibilmente che sottointendeva che preferibilmente ci sarebbe piaciuto tornare a casa a dormire. Abbiamo fatto di tutto per voi: siamo andati in ginocchio sui ceci ai magazzini dell’editore pregandolo di darci l’ultima copia disponibile del libro di Michelle Obama per farlo trovare sotto l’albero di zia Gina, abbiamo rischiato il trauma cranico per tirare giù dallo scaffale più alto l’ultimo di Sgarbi nella consueta comoda edizione da 750 kg, ci siamo trasformati in amanuensi per riprodurre fedelmente una copia di quel libro fuori catalogo da 35 anni ma che il nonno voleva tanto ricevere per Natale. E ora? Vi vedremo passare davanti alle nostre vetrine senza degnarci di uno sguardo. E noi saremo lì con gli occhi languidi seduti sulla nostra seggiolina piangendo mentre mordiamo l’ultimo libro di Bruno Vespa (che tanto ci è rimasto sul groppone) più malinconici di Laura Pausini quando Marco se n’era andato e non tornava più, ci chiediamo perché. Perché ci avete dimenticati? Quest’anno fate un’opera buona: venite a trovarci anche dopo Natale. Fieri e coraggiosi spingete le nostre porte ed entrate in libreria come se il Natale non fosse mai arrivato. Strappateci di mano Bruno Vespa e abbracciateci per farci capire che un libraio è come la pizza, non ce n’è mai abbastanza. Campagna promozionale finanziata dalla Piccola Farmacia Letteraria.

A post shared by Piccola Farmacia Letteraria (@piccolafarmacialetteraria) on

Libro-medicina

La libreria offre un servizio speciale: attraverso un catalogo ad hoc propone soluzioni letterarie per i problemi della vita di ogni giorno, più di 60 categorie tra stati d’animo, sentimenti e malanni fisici. Come in una vera farmacia, i libri hanno un foglietto illustrativo da consultare con indicazioni, posologia ed effetti collaterali.

 

E adesso cliccate la galleria fotografica per scoprire i 5 titoli che vi consigliamo – di assumere senza moderazione – questa settimana! 😉

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni