Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 23 Aprile |
San Giorgio
home iconFor Her
line break icon

Sono nata di 7 mesi e stavo per morire. Mia madre allora ha recitato il rosario…

Shutterstock

Silvana De Mari - pubblicato il 03/01/19

Ha cominciato a recitare il rosario con un pensiero forse non troppo razionale che, finché lei fosse riuscita a ripeterlo io non sarei morta.

Sono nata di sette mesi, e non riuscivo a piangere, ci voleva troppo fiato, ero troppo impegnata a cercare di respirare, attività dove pare non eccellessi. Anche la partenza era stata stentata: avevano attivato i respiro mettendomi alternativamente in acqua fredda e acqua calda. Ho respirato poco e in ritardo e hanno detto alla mia mamma di non prendersela troppo perché lei era giovane e sarebbe sicuramente riuscita ad avere altri figli: io probabilmente non sarei arrivata a sera.




Leggi anche:
Il legame madre-figlio è sacro. Chiunque lo spezzi volutamente commette un crimine

La mia mamma allora ha cominciato a recitare il rosario con un pensiero forse non troppo razionale che, finché lei fosse riuscita a ripeterlo io non sarei morta. È andata avanti una decina dopo l’altra, e poi ancora e poi ancora e poi ancora, poi la stanchezza l’ha vinta e lei è crollata, per poi essere svegliata dal mio pianto.

Per tutta la vita fabbrichiamo ossitocina quando sentiamo la voce di nostra madre.
Quando nostra madre muore sappiamo che non c’è più nessuno su pianeta cui interesserà se abbiamo messo la maglia di lana.
Anche quando hai terminato da tempo l’età dell’infanzia, anche se sei amministratore delegato o presidente di qualche cosa di grosso, la tua mamma ti insegue per chiederti se ti sei messo la maglietta di lana.
La maglia di lana è un mitico capo di vestiario che preserva da tutti i mali, dallo scorbuto alla borsite dell’alluce, perché in realtà preserva dal Male in quanto fonde la potenza mistica della cotta di mitril di Bilbo Baggins e quella degli scapolari di San Francesco.




Leggi anche:
Deficit da attaccamento materno? Potresti non riuscire a “sentire” gli altri!

Quindi la giornata di ieri, quella di oggi e anche quella di domani , e perché no quella dopo la dedichiamo alle nostre madri.
A tutte le nostre madri,
imperfette, rabbiose, insopportabili,
magnifiche,
per tutto l’amore che ci hanno dato,
e per quello che non ci hanno dato,
quando erano troppo stanche e troppo disperate per darcelo.
(Dedica dall’Ultimo orco)
A tutti i bambini che non hanno una madre, perché l’hanno perduta o perché è stata cancellata con un gesto di arbirtio totale, chiamato “diritto“.




Leggi anche:
L’importanza delle coccole nello sviluppo biologico e psicologico del bambino

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
mammesanto rosario
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa sui cristiani “malati” di protagonismo: non d...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
5
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
6
PRIEST,ROMAN,COLLAR
Ary Waldir Ramos Díaz
Aveva un contratto con la Roma, ma ha preferito firmare con Dio
7
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni