Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 08 Marzo |
San Giovanni di Dio
home iconSpiritualità
line break icon

“L’angelo mi portava a pregare nel Purgatorio”. Le visioni della beata Emmerick

don Marcello Stanzione - pubblicato il 31/12/18

I contatti con le anime nell'aldilà della mistica tedesca: ha visto e descritto le sofferenze a cui sono sottoposte le anime purganti

Anche le comunicazioni della beata Anna Caterina Emmerick con le anime del purgatorio sono dovute al suo angelo che la trasportò in quella situazione ultraterrrena di misericordia, così che potesse ristorare i poveri prigionieri con i frutti della sua pena.

«Io fui con la mia guida», lei dice, «tra le povere anime nel purgatorio. Vidi la loro desolazione, la loro incapacità di aiutare se stessi e la poca assistenza che essi ottengono dai vivi. Ah, la loro infelicità è indicibile! Mentre contemplavo il loro stato, vidi che una montagna separava me dalla mia guida. Io mi tormentavo per lui come uno che sta morendo di fame, quasi svenivo dal desiderio. Lo vedevo dal lato opposto, ma non potevo raggiungerlo. Lui mi disse: ‘Vedi, quanto scongiuri aiuto! Le povere anime sono sempre nello stato in cui tu sei adesso!’. L’angelo spesso mi portava a pregare davanti a caverne e prigioni. Mi prostravo, piangevo, elevavo le braccia al cielo e gridavo a Dio misericordia».


FEDERICO FELLINI

Leggi anche:
Federico Fellini prima di morire avrebbe incontrato un angelo

L’angelo, prosegue Emmerick, «mi incoraggiava ad offrire ogni sorta di privazioni per le povere anime. Essi non possono aiutare se stessi, sono crudelmente abbandonati. Spesso lo mando dagli angeli di certe persone che soffrono per ispirare loro di soffrire le loro pene per essi. Essi sono istantaneamente sollevati da queste offerte; diventano così gioiosi, così grati! Ogni qualvolta faccio qualcosa per loro, essi pregano per me».

«Sono terrificata – conclude la beata – nel vedere le ricchezze che la Chiesa possiede in tale abbondanza trascurate, dissipate, giudicate così superficialmente, mentre le povere anime languono per esse».




Leggi anche:
Guida per 27 chilometri dormendo. “A proteggerti è stato l’angelo custode”

Tags:
angelisanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni