Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Anche Carlotta Nobile ha un regalo di Natale per tutti noi

Carlotta Nobile
Condividi

Il padre spirituale di Carlotta, Don Giuseppe Trappolini, Parroco di San Giacomo in Augusta, ha composto una Sequenza allo Spirito Santo ispirandosi alla vita della giovane artista morta a soli 24 anni. Possiamo pregarla anche noi, in forma privata.

«Io sono onorata e fortunata di poter portare la Croce con Gioia a 24 anni», scrisse al tanto amato Papa che la ispirò.
Nel febbraio 2018 Carlotta è stata dichiarata “Giovane Testimone” del Sinodo dei Giovani.
La sua testimonianza di Vita e di Fede, portatrice di frutti sorprendenti, ha fatto il giro del mondo e continua a camminare… (dal sito ufficiale)

Mi permetto ancora una volta di saccheggiare i tesori racchiusi in questa vita breve e piena, quella di Carlotta, perché nella Chiesa funziona così. La comunione è vera, la verità ci rende gli uni parte degli altri, nel solo nostro Dio. E così, rileggendo ancora una volta le parole di questa ragazza prodigiosa, mi sono imposta di rallentare il ritmo e pensare davvero a quali sceglie di mettere in fila, lei, al prezzo della vita: onorata di portare la Croce. Onorata, fortunata. E di farlo a 24 anni; “se Tu sei con me”, aggiunge.

Adoro questo suo coraggio, quasi una specie di docile sfrontatezza con la quale incassa i colpi che si abbattono su di lei decifrando in tempi rapidissimi il loro mandante: Suo Padre, che la ama. Di tutte le arti che l’hanno vista esprimersi questa è la più alta e necessaria. Dio non infligge tumori e malattie, ma non ha risparmiato al Suo stesso Figlio passione e croce. Sapeva della resurrezione, naturale…

Carlotta non amava la croce in sé, amava e ama dove essa l’ha condotta, da Chi l’ha accompagnata, a Chi l’ha resa simile. Ama dove ha potuto conficcarla. La ama, lo farà anche ora godendosi lo spettacolo del quale è parte, vedendone fiori e frutti così abbondanti, ininterrotti.

In questi giorni di festa, in questi giorni che parlano della Nascita che ci fa rinascere, scopro che anche Carlotta ha un regalo per noi. E allora lo offro anche a voi, prendendolo dal sito dedicato alla sua vita. Si tratta della sequenza allo Spirito Santo con un commento ispirato alle sue parole. Scritto dal padre spirituale che l’ha accompagnata nella conversione e nella rapida maturazione spirituale, don Giuseppe Trappolini, possa aiutare anche noi ad affrettare il passo e alleggerire il cuore sulle strade che il Signore vorrà aprirci.

In attesa dell’approvazione ecclesiastica possiamo recitare questa preghiera in forma privata.

 

Vieni Santo Spirito, manda a noi dal Cielo

un raggio della Tua Luce.

Da qualche giorno ho sentito il “Tac” che mi ha cambiata,

ho ascoltato le Parole di Francesco che mi hanno toccato il cuore.

Non posso fermarmi qui.

Qualcosa di nuovo, di diverso è successo dentro di me, qualcosa che non è dipeso da me,

di inspiegabile, ma è successo.

Un raggio della Tua Luce. Devo seguirlo, non basta il “Tac”, devo confessarmi.

(…)

QUI TROVATE IL PDF SCARICABILE CON LA PREGHIERA COMPLETA

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni