Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 04 Marzo |
San Casimiro
home iconSpiritualità
line break icon

Il modo migliore per comprendere il Mistero di Dio è amarlo

Deuxième station : les disciples découvrent le tombeau vide "C’est alors qu’entra l’autre disciple, lui qui était arrivé le premier au tombeau. Il vit, et il crut." (Jn 20, 8)

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 27/12/18

Giovanni corse più veloce di Pietro per arrivare al sepolcro: l’amore è l’esperienza di arrivare per primi a ciò che conta ed è il compimento della ragione.

Nel giorno dopo il sabato, Maria di Magdala corse e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!».
Uscì allora Simon Pietro insieme all’altro discepolo, e si recarono al sepolcro.
Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro.
Chinatosi, vide le bende per terra, ma non entrò.
Giunse intanto anche Simon Pietro che lo seguiva ed entrò nel sepolcro e vide le bende per terra,
e il sudario, che gli era stato posto sul capo, non per terra con le bende, ma piegato in un luogo a parte.
Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. (Gv 20,2-8)

Può sembrare una fuga in avanti eccessiva la lettura di questa pagina del Vangelo della resurrezione, ma oggi la liturgia ci fa fare memoria del “discepolo amato”, dell’Apostolo Giovanni. Egli è davvero il discepolo dell’amore, e l’amore è l’esperienza di arrivare per primi a ciò che conta. L’amore arriva sempre per primo alla verità: “Pietro e l’altro discepolo uscirono dunque e si avviarono al sepolcro. I due correvano assieme, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse primo al sepolcro; e, chinatosi, vide le fasce per terra, ma non entrò”. L’esperienza del Mistero non è l’esperienza di vedere direttamente l’accaduto. Nessuno vede come avviene la resurrezione di Cristo.

L’esperienza del Mistero è l’esperienza di una mediazione, di una gradualità, di un cammino che conduce piano piano, indizio dopo indizio ad arrivare a una consapevolezza, a un incontro, a un fatto. Anche davanti al Mistero dell’incarnazione del Figlio di Dio nessuno di noi può comprenderne la portata se non un passo la volta, alla maniera dei pastori o dei Magi, per semplicità e intuito, a tentoni. Ma è l’amore che velocizza l’operazione. Infatti la maniera migliore di conoscere le cose è amarle. È l’amore che ci conduce in maniera più significativa al cuore delle cose. L’amore ha un passo più svelto del semplice ragionamento, della semplice connessione logica, del semplice ragionare. Ma non si entra nel cuore di questo Mistero senza l’aiuto della ragione. Credere e amare non sono un atto irragionevole, bensì sono il compimento della ragione.

Credo che questa sia la grande lettura che il vangelo di oggi ci dà circa l’arrivare per primo di Giovanni e l’attesa di varcare la soglia se non dopo Pietro: “Giunse intanto anche Simon Pietro che lo seguiva ed entrò nel sepolcro, e vide le fasce per terra, e il sudario che era stato sul capo di Gesù, non per terra con le fasce, ma piegato in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo che era giunto per primo al sepolcro, e vide, e credette”.

#dalvangelodioggi

Tags:
vangelo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
4
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
7
Lucandrea Massaro
Benedetto XVI conferma la fedeltà a Francesco «Non ci sono due Pa...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni