Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

L’allarme dei ricercatori: la metà dei Paesi del mondo sta scomparendo

ASIA,WOMAN,CHILD
Shutterstock
Condividi

Il calo della fertilità può mettere a rischio la continuità della razza umana

Perché le donne non hanno più figli?

Tradizionalmente, il crollo del tasso fertilità era preceduto da avversità economiche. Quando l’economia entrava in crisi diminuivano anche le gravidanze. Oggi, però, i tassi di bassa fertilità accompagnano la crescita economica.

Tra i motivi c’è il fatto che il sistema sanitario migliore mantiene vivi più bambini, il che implica che le famiglie ne abbiano di meno perché si spera che la maggior parte della prole sopravviva. Ci sono però anche altri fattori importanti, come un’industria contraccettiva aggressiva e i cambiamenti nello stile di vita delle donne.

L’articolo della BBC sullo studio del The Lancet ha citato varie donne che hanno smesso di avere figli.

“Preferiamo dare a nostra figlia il meglio di tutto piuttosto che avere vari figli da poter nutrire e vestire con limitazioni”, ha affermato Rachel Jacobs, 38 anni. “Non voglio doverle dire che non può andare a una festa o avere un maglione nuovo per Natale”.

Un altro articolo citava le parole di una ragazza sudcoreana di 24 anni, Jang Yun-hwa: “Non ho previsto di avere dei figli. (…) Non voglio sopportare il dolore fisico del parto, e danneggerebbe la mia carriera professionale”.

“Non avrò figli perché voglio salvare il pianeta”, ha dichiarato Anna Hughes, britannica di 35 anni, in una videointervista. “La cosa migliore che posso fare per l’ambiente è non avere figli”. L’intervistata ha dichiarato che se rimanesse incinta abortirebbe.

Il futuro apparterrà a chi avrà figli

Come sono i Paesi in cui non c’è ricambio generazionale?

“Il Paese probabilmente più preoccupato per questo è la Cina, in cui il numero di lavoratori sta iniziando a diminuire, e questo ha un effetto immediato sul potenziale di crescita economica”, ha dichiarato Murray.

La Cina sta allentando la sua politica del figlio unico, ma forse è troppo tardi. Oltre alla mancanza di lavoratori, un quinto delle case cinesi è vuoto, ha reso noto Bloomberg: oltre 50 milioni di case e appartamenti non hanno abitanti.

I Paesi fertili hanno un futuro molto più brillante e sono un buon luogo in cui investire, ha indicato Hans Rosling, professore svizzero e “profeta” demografico morto nel febbraio 2017.

“In Africa c’è una Cina emergente”, ha riferito la BBC. “Se volete una buona pensione una volta finito di lavorare investite lì parte del vostro capitale. È il continente in cui l’economia crescerà con maggior rapidità”.

Il sacrificio e la dedizione sono positivi per il nostro futuro sulla Terra, oltre che per quello nell’eternità.

Le Nazioni in cui le famiglie danno la priorità ai figli e sacrificano la comodità a favore della famiglia sperimenteranno la crescita economica, mentre chi non lo fa crollerà.

È questo, forse, che vuol dire che i miti erediteranno la terra.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.