Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

E se nessuno mi regala niente questo Natale?

Public Domain
Condividi

Il video che tutti dovremmo vedere ogni giorno

di Rafael Pérez del Solar

Tra i ricordi più belli dei Natali di quando ero bambino ci sono le cene tutti insieme, in famiglia (mio nonno era bravissimo a cucinare!) Ci riunivamo intorno a una grande tavola con zii, cugini e nonni. Era bellissimo anche quando pregavamo intorno al presepe a mezzanotte e il più piccolo della famiglia collocava il Bambinello nella mangiatoia… e ovviamente, come negarlo, anche lo scambio di regali!

Il Natale è un momento propizio per festeggiare in famiglia la presenza di Dio tra gli uomini e nella nostra vita. E visto che è un festeggiamento, è anche tempo di regali. Regali? Sì… quelli dell’albero, ma soprattutto quelli che abbiamo a portata di mano ogni giorno. È un momento speciale per fermarsi, respirare e pensare a tutti i doni che Dio ci offre. Guardiamo la nostra vita: famiglia, amici, beni spirituali, beni materiali, il dono della fede, un bel paesaggio, il creato… insomma, la nostra vita è in sé un dono di Dio, con un unico destinatario senza meriti: ciascuno di noi. Dio ci fa dei doni in ogni momento, e da sempre.

Il video che vorrei condividere si intitola “Regali di Natale”, e si concentra in modo divertente su un giorno normale di una persona che si sveglia prendendo coscienza di tutti i doni con cui è stato benedetto: la vita, la moglie, i figli, i beni materiali…

Forse non abbiamo scoperto il regalo più bello

Il Natale è soprattutto un periodo per pensare al regalo più grande che Dio ha voluto farci: Egli stesso! Sì! Dio, eterno, infinito, irraggiungibile, onnipotente, grandioso, ha voluto diventare terreno, raggiungibile, vicino, umile, Bambino! Insomma, ha voluto diventare umano.

Proseguendo con l’immagine del regalo, pensate che quando ne offriamo uno a una persona a cui teniamo davvero glielo doniamo senza calcoli. Visto che nutriamo un affetto particolare nei suoi confronti, cerchiamo qualcosa di cui abbia bisogno, che possa servirle o piacerle. Un regalo si dona totalmente, non a metà, e in un certo senso potremmo dire che non appartiene più a chi lo offre, ma a chi lo riceve. In genere, poi, dobbiamo s-coprirlo, ovvero aprire l’involucro per poter conoscere il contenuto, e il destinatario prova sempre gioia aprendo un pacchetto.

Il regalo più generoso e spettacolare

Anche Dio ha voluto donarsi a noi così, come un regalo. Si è offerto completamente per tutti, senza calcoli, e ci ha mostrato quanto tiene a noi, quanto ci ama. Si offre totalmente, dedica il suo tempo e tutta la sua vita per essere vicino a ciascuno di noi (anche se noi vogliamo invece essere distanti). La sua vita è parte della nostra, e ha voluto che fosse una “scoperta” di ciascuno di noi nel corso della nostra vita: il cammino di conoscerlo, di diventare amici, di far sì che faccia parte della nostra vita, o meglio di far noi parte della Sua. E quando abbiamo trovato questo regalo ha portato una gioia immensa nella nostra vita.

Approfittiamo di questo Natale per riflettere, come si dice alla fine nel video, su quanto dobbiamo essere grati per tutti i regali che abbiamo intorno a noi e soprattutto su come il Dio che nasce ha voluto vivere l’esistenza umana completamente per salvarci completamente. Dobbiamo fare la nostra parte per cercare di ricambiare tanta generosità da parte di Dio.

Quando ricevete un regalo, vi rimane sempre la sensazione di voler ricambiare in qualche modo. Probabilmente, anche se lo farete avrete comunque la sensazione che qualcosa manchi. Dio chiede semplicemente di donarci a Lui così, facendo della nostra vita un dono gradito a Dio, senza calcoli, senza negoziazioni, sforzandovi di stare vicini a Lui, eliminando le sovrastrutture che a volte ci mettiamo addosso e che non ci permettono di valorizzare il dono che siamo.

Qui l’originale apparso su Catholic Link

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.