Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

La squadra universitaria di Football che recita il Rosario durante il campionato

BENEDICTINE,COLLEGE,FOOTBALL
Courtesy of Benedictine College
Condividi

“Due anni di Rosari e due vittorie in campionato non sono una coincidenza”, ha affermato il presidente del Benedictine College Steve Minnis

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Il presidente del Benedictine College Steve Minnis chiama la squadra di football dei Ravens di quest’anno “la squadra di Maria”, e a ragione.

Minnis guida un Rosario settimanale alle 7.30 del mercoledì nel campus del college ad Atchison, in Kansas (Stati Uniti), e vari giocatori importanti della squadra non hanno mai mancato un appuntamento in due anni.

“Due anni di Rosari e due vittorie al campionato non sono una coincidenza”, ha dichiarato Minnis.

Quest’anno, il college ha vinto la Heart of America Athletic Conference (HAAC) ed è anche arrivato in finale al torneo National Association of Intercollegiate Athletics (NAIA).

Se è probabilmento vero che, come ha affermato una volta Tim Tebow, “Dio non si preoccupa di chi vince le gare di football”, la squadra ha costruito un forte spirito di squadra con l’aiuto della preghiera condivisa.

Tra i giocatori che recitano insieme il Rosario c’è il quarterback Schaefer Schuetz. Anche se non è cattolico è devoto al Rosario e all’adorazione eucaristica, e non gioca mai una partita prima di aver trascorso un po’ di tempo insieme a Gesù nel Santissimo Sacramento. Rende anche grazie a Dio giocando a un livello di eccellenza. Shuetz è infatti il giocatore HAAC dell’anno.

Il linebacker Luke Wozny è un altro giocatore che frequenta regolarmente il Rosario. Il 12 dicembre, festa di Nostra Signora di Guadalupe, gli è stato concesso il premio Champions of Character della NAIA per la leadership fuori dal campo. Con il Benedictine College guiderà il suo secondo viaggio di missione ad Haiti nella primavera prossima. Insieme alla madre aiuta a gestire Taking Shape, un’organizzazione di servizio no-profit di Kansas City, in Missouri.

Il presidente Minnis ha affermato che l’impegno del gruppo è fonte di grande ispirazione. “Non recito il Rosario del presidente nei giorni in cui non c’è scuola, ma hanno chiamato nella settimana della festa del Ringraziamento e hanno detto: ‘Facciamo ancora il Rosario, giusto?’”

Il campus è stato chiuso per le vacanze e non era stato pianificato il Rosario. Minnis ha detto però: “Ho detto: ‘Certamente!’ Abbiamo recitato il Rosario delle 7.30, e poi li ho portati fuori a colazione”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni