Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Aleteia logo
home iconStile di vita
line break icon

7 consigli per uscire da una crisi

ADDICTION

Axel Bueckert - Shutterstock

Catholic Link - pubblicato il 15/12/18

3. Non disperate davanti all’oscurità!

La crisi sembra oscurare il sole, e l’oscurità in queste occasioni è in genere la regina. Non vediamo altro che i nostri problemi, e questo può portarci molto facilmente allo scoraggiamento o alla disperazione. Non so se ci avete fatto caso, ma è nell’oscurità che si vede meglio la luce. È quindi quando tutto è nero che si può visualizzare meglio e in modo più nitido qualsiasi barlume di luce. Quella luce è sicuramente Dio che vi cerca e che vuole che lo accogliate, una luce di speranza che vince le tenebre e vi porta a una visione autentica e reale.

Non disperate! L’oscurità non è fatta per restare, ma per essere superata dalla Luce. Dio è la Luce della nostra vita. Il vostro compito è identificare la luce. Da dove viene? Forse da qualche parola di un amico o dal consiglio di un familiare, o ancora dalla benedizione di un sacerdote. Aprite i sensi e scoprite la luce di Dio che è in voi, aggrappatevi ad essa e vedrete come il panorama cambierà radicalmente. “Io sono la luce del mondo; chi mi segue non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita” (Giovanni 8,12).

4. Siate consapevoli del fatto di non essere soli

Nel mondo ci sono circa sette miliardi di persone. Quante credete che stiano attraversando un momento simile al vostro? Moltissime. La crisi è una cosa umana che solo noi esseri umani possiamo sperimentare. Ci aiuta a concentrarci, a tornare al “primo amore”, a fissare lo sguardo su ciò che è importante. È come quando sbagliamo strada e il GPS deve ricalcolare la rotta. La crisi ricalcola la nostra vita, cerca di orientarla di nuovo verso il suo destino, che è la beatitudine eterna con Dio in Cielo.

E allora non scoraggiatevi, perché sicuramente intorno a voi ci sono migliaia o milioni di persone nella vostra stessa situazione, se non peggiore. Non c’è alcun essere umano che non abbia avuto crisi. Questo è il vostro momento e dovete affrontarlo con maturità. “Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, il Padre misericordioso e Dio di ogni consolazione, il quale ci consola in ogni nostra afflizione, affinché, mediante la consolazione con la quale siamo noi stessi da Dio consolati, possiamo consolare quelli che si trovano in qualunque afflizione” (2 Corinzi 1, 3-4).

5. Ricordate che “il tutto è superiore a una parte”

È un principio fondamentale della filosofia. Il tutto abbraccia tutte le parti in sé. Papa Francesco dice nella Evangelii Gaudium che “il tutto è più della parte, ed è anche più della loro semplice somma. Dunque, non si dev’essere troppo ossessionati da questioni limitate e particolari”. La crisi è una parte del vostro tutto.

Voi non siete una crisi, ma un figlio amato di Dio.

La crisi è solo una piccola parte nella vostra vita. Concentratevi sulle altre: la felicità di stare con gli amici, il poter respirare l’aria fresca, il fatto di avere una bella famiglia, che il lavoro non vi manchi, che la salute sia buona… Ci sono migliaia di altre cose su cui concentrarsi e per cui ringraziare. L’amore di Dio si manifesta nelle piccole cose, in quello che passa inosservato nel rumore e nella rapidità.

La crisi è una parte del tutto che siete voi. “Anzi, a dire il vero, ritengo che ogni cosa sia un danno di fronte all’eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho rinunciato a tutto; io considero queste cose come tanta spazzatura al fine di guadagnare Cristo e di essere trovato in lui non con una giustizia mia, derivante dalla legge, ma con quella che si ha mediante la fede in Cristo” (Filippesi 3, 8-9).

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
consiglicrisi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni