Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconApprofondimenti
line break icon

Solo i maschietti all’altare, giovane prete nell’occhio del ciclone: succede a Cumiana

MINISTRANCI

REPORTER

Giovanni Marcotullio - pubblicato il 14/12/18


LAWRENCE LEW

Leggi anche:
Jessica, la “moglie” e il battesimo negato. Molto rumore per nulla

È difficile giudicare ciò che accade a Cumiana se manca questo contesto: ora che le scuole (da più di un secolo) ci sono e per tutti; ora che tra gli stessi seminaristi pochissimi vengono dal seminario minore (istituzione in crisi per tutt’un’altra serie di motivi)… è pensabile che i “chierichetti” continuino a esistere così come erano stati concepiti? Per questo alcune chiese che tra loro avevano raggiunto l’unanimità a riguardo – ho avuto esperienza in particolare di quelle in Germania – hanno istituito sotto il pontificato di Giovanni Paolo II il corpo dei “Ministranti” a mo’ di un movimento giovanile ufficiale: di tanto in tanto arrivano in visita dal Papa pullman e pullman di “Ministranten” dalle diocesi tedesche: maschi e femmine dagli 8 ai 18 anni. E si fanno tante cose buone e belle, come non mancano scandali e abusi – se ne trovano in ogni movimento ecclesiale, in ogni ordine religioso, accanto a rigorismo e lassismo, avidità e pauperismo, autoritarismo e sudditanza… – è la vita.


MOSE' MAR ROSSO

Leggi anche:
“Spiegare il Credo agli apostoli”? Ieri un’iperbole, oggi l’attività di molti nel Web. Tom Nichols spiega perché

L’istituzione dei ministranti può essere intesa come un’utile metamorfosi storica dei chierichetti, mediante cui ai bambini viene impartita una particolare formazione catechistica e liturgica (diciamo anche mistagogica) che potrà essere lo zoccolo duro di una formazione adulta perseguita per altre vie – e nessuno vieta che qualcuno possa scegliere di abbracciare una vita di speciale consacrazione, o che qualche ragazzo decida di entrare in seminario.

Chiaro che non esiste fondamento teologico alcuno per stabilire che le bambine, in quanto persone di sesso femminile, non possano essere ammesse al servizio dell’altare a pari titolo dei loro coetanei maschi, ma non mi pare che don Pizzocaro abbia inteso questo, anzi la stessa redazione del Corriere riporta in catenaccio le sue parole: «Non essendo un dogma, in questo campo c’è libertà di scelta». Che sia sempre ispirata a scienza e buonsenso, mai all’arbitrio.


FARMERS MARKET

Leggi anche:
Il “protocollo della santità” secondo Papa Francesco

Per la prossima volta…

Perfetto, allora cos’è andato storto a Cumiana? Secondo me la lettera della Congregazione per il Culto Divino offre due spunti di analisi: poiché il prete è, gerarchicamente, il primo collaboratore del Vescovo, il suo senso pastorale lo dovrebbe portare a conformarsi alla prassi raccomandata allo stesso Vescovo. Quindi è ragionevole presumere che in questo caso al giovane prete abbiano giocato un brutto tiro una scarsa comunicazione previa con il Vescovo (del resto la diocesi di Torino è grande…) e una senz’altro perfettibile valutazione de «la sensibilità dei fedeli». Nessuno deve essere forzato mai oltre i propri limiti: dal Vangelo alle raccomandazioni per i Confessori per finire col Diritto Canonico… tutte le grandi espressioni della vita ecclesiastica ribadiscono questo principio. O la porzione di gregge che il pastore di Torino ha affidato a don Pizzocaro intravede il senso, l’utilità e la ragionevolezza di ciò che propone il parroco – ma se i genitori vanno a lamentarsi all’ufficio di Boeri è difficile assumerlo – oppure (proprio perché non si tratta di materia dogmatica) conviene fare un passo indietro, fermarsi, ascoltare. Anche chi ha il compito di insegnare fa bene a imparare.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
azione liturgicachierichettichierichettoliturgiariforma liturgica
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni