Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 14 Maggio |
San Mattia
home iconChiesa
line break icon

Papa: caro Alessandro, prego per tua madre che è volata in cielo

© Antoine Mekary / ALETEIA

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 13/12/18

Un uomo bresciano scrive a Bergoglio per dirgli quanto sia sconvolto dalla morte della madre. E il Papa, come un buon padre, lo accarezza e lo consola

Alessandro Nulli, un uomo di mezza età bresciano, scrive al Papa per raccontargli della grave perdita che lo ha colpito. Sua madre di recente è volata in cielo, sconvolgendogli la vita.

In un momento di grande sconforto, ha dato sfogo allo sgomento mettendolo nero su bianco in una missiva indirizzata direttamente a Francesco, e a lui ha chiesto aiuto e conforto, come riporta Brescia Today (12 dicembre).

La sorpresa

Alessandro nemmeno si aspettava che quelle poche righe non solo venissero lette, ma che le sue richieste venissero accolte. Venerdì 7 dicembre, con grande stupore ed emozione, ha ricevuto una lettera che proveniva dal Vaticano. Una volta aperta…ecco la grande sorpresa! Papa Francesco, in poche righe, ha espresso la sua comprensione e il suo cordoglio ad Alessandro.




Leggi anche:
Una lettera del Papa resa nota al funerale di una bimba

La promessa

Un gesto che ha commosso l’uomo bresciano, che mai si sarebbe aspettato di ricevere un messaggio di Bergoglio. Non solo. Da parte di Papa Francesco anche una promessa: quella di un particolare ricordo in suffragio alla cara mamma defunta.

Il pastore che “entra” a casa nostra

Non è la prima volta che il pontefice compie questi gesti di profonda umanità. Ogni giorno riceve tantissime lettere da tutto il mondo, cerca di leggerne il più possibile e poi risponde ai messaggi più toccanti. Un modo per farsi sentire vicino ad ognuno di noi, ed esprimere concretamente il suo essere «pastore con l’odore delle pecore».




Leggi anche:
Un bimbo malato invita il Papa alla Prima Comunione. E lui gli risponde

Non tutte le lettere inviate al Pontefice, dunque, vengono lette personalmente da Papa Francesco ma il suo Ufficio Corrispondenza si fa carico di condividere la sofferenza di ogni persona che scrive a Bergoglio e di rispondere con lo stile e con le parole del Pontefice, sottoponendo a questi i casi più gravi.

Come funziona l’Ufficio Corrispondenza

Per essere più precisi è l’Ufficio Corrispondenza di Papa Francesco, che riceve tutta questa moltitudine di lettere, ed è composto da appena quattro persone: a capo vi è monsignor Giuliano Gallorini aiutato da due signore laiche e suor Anna che devono gestire e rispondere a corrispondenza che giunge in tutte le lingue del mondo.

Si tratta di un lavoro molto complesso per un così piccolo gruppo ma che viene svolto in maniera minuziosa ogni giorno: sarebbe infatti impossibile per Papa Francesco leggere e rispondere personalmente a migliaia e migliaia di lettere.

La prima attività, spiega proprio monsignor Gallorini è smistare le lettere in base alla lingua, poi le buste vengono aperte e ne viene letto il contenuto. Viene risposta ad ogni lettera ricevuta mentre i casi più complessi, i casi di coscienza vengono direttamente affidati ai segretari del Pontefice affinché sia Papa Francesco stesso a rispondere, o meglio a dare delle indicazioni su come rispondere (Aleteia, 30 agosto 2017).




Leggi anche:
Vuoi contattare ed incontrare ‘da vicino’ Papa Francesco? Ecco come fare

Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni