Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

E’ vero che Gesù risorto è apparso prima alla Madonna?

JEZUS SPOTYKA MARYJĘ
Condividi

Ricostruiamo quello che è accaduto dopo la morte del figlio di Dio. La parola a due esperti, teologo e biblista

La Madonna e la risurrezione di Gesù. Un lettore ci pone questa interessante domanda:

«Maria non viene citata tra le donne al sepolcro in quell’alba; evidentemente…non c’ era. Il perché lo immagino da deduzione logica, ed è un motivo sostenuto da molte figure eminenti nella Chiesa: Gesù Risorto è apparso anzitutto a Sua Madre quella notte, prima dell’alba. Ma perché non viene detto nei Vangeli? Maria non lo ha raccontato? E’ un qualcosa di “privato”? La Chiesa, gli esegeti, cosa ne pensano?».

La presenza di Maria sotto la croce

Il compianto teologo e biblista don Rinaldo Fabris, in un interessante colloquio con Aleteia, spiegava che la Madonna effettivamente non compare in nessuno dei racconti evangelici sulla risurrezione e sulle apparizioni di Gesù.

Solo nel Vangelo di Giovanni la madre di Gesù fa parte del gruppo di persone che assistono alla sua morte in croce: «Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Cleopa e Maria di Magdala. Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre…» (Gv 19,25-26).

«La madre di Gesù – evidenziava il biblista – non è chiamata con il nome proprio “Maria”. Del resto anche il discepolo amato è anonimo. Ambedue, sotto aspetti diversi, rappresentano la comunità credente che riceve e attua le ultime volontà di Gesù morente».

ANGEL
Fr Lawrence Lew, O.P.(CC BY-NC-ND 2.0)

Le donne al sepolcro

Nel gruppo delle donne che assistono alla morte e sepoltura di Gesù compare sempre Maria di Magdala, assieme ad altre donne che hanno seguito Gesù dalla Galilea. Queste figure femminili, sottolineava Fabris, rappresentano la continuità tra morte e sepoltura di Gesù, e la sua risurrezione. Il primo giorno della settimana ebraica, al mattino presto le donne si recano al sepolcro di Gesù che trovano aperto e vuoto. Un inviato di Dio annuncia loro che Gesù Nazareno, il crocifisso, è risorto e le incarica di comunicare ai discepoli e a Pietro che li precede in Galilea.

Nei racconti di apparizioni riferiti da Matteo, Luca e Giovanni – non da Marco – compaiono, oltre a Maria di Magdala, i rappresentanti dei dodici Apostoli, e anche dei parenti di Gesù come Cleopa e il suo compagno del villaggio di Emmaus. 

San Paolo cita solo uomini

Nell’elenco delle persone alle quali, secondo Paolo, si manifesta Gesù Cristo risorto, oltre a Pietro e ai Dodici, si trova anche Giacomo, “fratello” di Gesù, che ha un ruolo importante nella guida della Chiesa di Gerusalemme (1Cor 15,5-8).

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni