Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

«Caro Babbo Natale, vorrei un rene per mio fratello» la lettera che commuove l’America

LETTER TO SANTA
Shelly Thomas | FACEBOOK
Condividi

La piccola Kaitlyn nella sua letterina a Santa Claus non ha chiesto regali per sé ma la guarigione di suo fratello. Ecco perché il regno dei cieli appartiene ai bambini!

Tutti cercano Kaitlyn la bambina che ha lasciato la sua letterina a Babbo Natale presso i grandi magazzini Lowe’s Home Improvement di Franklin, in North Carolina. Una commessa del negozio profondamente colpita dal contenuto della lettera ha deciso di condividerla sui social e in poco tempo il web si è mobilitato per rintracciare la piccola autrice che attualmente non è ancora stata trovata.

L’amore di una sorellina in una lettera

«Caro Babbo Natale, alcuni possono non credere in te. Ma io lo faccio. Una cosa che voglio davvero per Natale per il mio fratello maggiore, è un trapianto di rene. Per favore.»

Queste le parole scritte a mano nel foglio bianco con la calligrafia un po’ sbilenca ma ben marcata: “trapianto di rene” è sottolineato e “per favore” è segnato a caratteri cubitali ad indicare quanto sia importante, vitale, necessario che il fratello riceva un rene nuovo. Poi Kaitlyn ha disegnato un cuore, ha firmato e ha aggiunto un altro “please”.

La commozione della commessa

Shelly Thomas, l’addetta alle vendite che ha trovato il bigliettino, ha deciso di pubblicarlo con l’autorizzazione dei responsabili del grande magazzino. In breve tempo la lettera è diventata virale ed è finita nei siti e nelle notizie delle emittenti locali e nazionali (Corriere). «Chiunque la conosca ci aiuti a contattarla» ha scritto Shelly su Facebook invitando tutti a condividere il post.

Chissà quanti cuori avrà già mosso la lettera di Kaitlyn! Magari qualcuno leggendola si sarà deciso a perdonare finalmente suo fratello o sua sorella. La piccola, che non ha chiesto nulla per sé ma un rene per il trapianto di cui necessita il fratello maggiore, con le sue parole semplici ci ricorda ciò che è scritto nel Vangelo:

“Se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni