Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconStile di vita
line break icon

Le 5 migliori pubblicità natalizie del 2018

IKEA

IKEA España - Capture Youtube

Dolors Massot - pubblicato il 03/12/18

I pubblicitari ci ricordano che bisogna curare ciò che c'è di più importante nella vita: la famiglia e l'amore

La campagna natalizia ha riunito nuovamente intorno al tavolo (di lavoro) i creativi della pubblicità. Cosa ci apportano quest’anno? Predomina qualche messaggio? Qual è il più originale? E quello che emoziona di più?

Ikea e la compagnia di liquori Ruavieja sono andati al cuore della festa: l’incontro familiare. È il messaggio che non manca mai, sicuramente perché è il più autentico.

Ruavieja tocca uno dei grandi temi universali: il passare inesorabile del tempo. Il motto si esprime con l’hashtag #tenemosquevernosmas, “Dobbiamo vederci più spesso”, frase che tutti noi abbiamo pronunciato decine di volte sentendola davvero.

Valorizziamo l’amicizia e l’amore, e lo diciamo convinti, ma dedichiamo ai nostri cari il tempo che dovremmo dedicare loro?

Si vede l’annuncio e si sente come un pugno nello stomaco. Morale: bisogna evitare che nel 2019 ci succeda lo stesso.

La lezione è esposta in modo meraviglioso, perché i protagonisti dell’annuncio potremmo essere tutti noi.

Ikea arriva a noi in un altro modo, metà al cervello e metà al cuore. Conosce molto bene il suo pubblico, persone di ogni età ma soprattutto giovani nati con le reti sociali.

Propone quindi una cena di Natale quasi a mo’ di Truman Show. Signori, la televisione ci ama e ci guarda, ci fa ridere… finché all’improvviso fa male. Qualcosa ricorda gli omicidi di Dieci piccoli indiani di Agatha Christie, ogni volta uno in meno a tavola.

Ikea sottolinea che i millennials conoscono fin nei minimi dettagli youtuber, influencer, famosi e marche, ma arriva l’impresa che apparentemente si interessa solo ai nostri mobili e ci ricorda che la cosa più importante è la nostra famiglia. E non è una lezione solo per i giovani.

Insomma… Se quest’anno volete un buon Natale, mettete da parte le reti sociali.

  • 1
  • 2
Tags:
natalepubblicita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni