Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 01 Marzo |
Beata Giovanna Maria Bonomo
home iconArte e Viaggi
line break icon

Il lato umano di Gesù nei crocifissi di Donatello

DONATELLO CRUCIFIX

Public Domain

V. M. Traverso - pubblicato il 29/11/18

Chiesa di Santa Maria dei Servi, Padova

SANTA MARIA,CRUCIFIX
Didier Descouens | CC BY-SA 4.0
Crocifisso di Donatello, chiesa di Santa Maria dei Servi, Padova

Questo crocifisso è stato definitivamente attribuito a Donatello nel 2008 grazie al lavoro di Marco Ruffini, docente di Critica Artistica presso l’università la Sapienza di Roma. L’ipotesi aleggiava fin dal 1550, quando qualcuno scrisse una nota dicendo “ha anche realizzato il crocifisso della chiesa dei Servi a Padova” vicino a una sezione relativa a Donatello nel famoso volume di storia dell’arte di Giorgio Vasari. È stato Ruffini, però, a riuscire a confermare l’attribuzione incrociando documenti storici e analisi stilistica.

In quest’opera, Donatello porta avanti il suo sforzo di sottolineare la sofferenza umana di Gesù mostrando dettagli realistici come sangue, pelle ferita e corona di spine. È come se cercasse di condensare in un’unica scultura tutta la sofferenza sopportata da Cristo dalla sua cattura. Perfino la scelta di un “corpo esile” piuttosto che di uno più robusto sembra essere dettata dalla sete di realismo – è così che appariva Gesù dopo essere stato imprigionato e torturato dai soldati romani. Lo sforzo di essere realistici va oltre: Cristo sembra completamente nudo, cosa imposta ai “criminali” crocifissi dai romani. Qui Donatello sembra davvero sottolineare il paradosso dell’umiliazione imposta da umani mortali al Figlio di Dio. Questo crocifisso è anche noto come “il crocifisso dei miracoli”, perché il 5 febbraio 1512 iniziò a sanguinare per un totale di 15 giorni consecutivi. Il miracolo si verificò di nuovo il Venerdì Santo e la domenica di Pasqua, stavolta di fronte a molta gente.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
artecrocifissoumanita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
Gelsomino Del Guercio
Natuzza Evolo e gli angeli: “Li vedo come bambini pieni di luce e...
7
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni