Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Cosa nascondono i quattro pilastri che sostengono la cupola di San Pietro?

DOME
Shutterstock/manjik
Condividi

Qualcosa di molto speciale...

La splendida cupola della basilica di San Pietro, progettata dal grande Michelangelo, è sostenuta da quattro enormi pilastri, che guardano verso l’altare. Ciascuno di loro è corredato da un piccolo balcone e da una nicchia che contiene l’immagine di un santo: Santa Veronica, Sant’Andrea, Sant’Elena e San Longino.

Perché questi santi?

Semplicemente perché le colonne sono grandi reliquiari. Si dice che sul balcone di Santa Veronica si trovi ben custodito il velo con cui la santa asciugò il volto insanguinato di Gesù sulla via del Calvario, quando le sembianze del suo volto rimasero impresse sul tessuto.

Nella colonna con la statua di Sant’Andrea si conservava il cranio del santo apostolo, fratello di San Pietro, che però non è più lì perché Papa Paolo VI lo ha restituito a Patrasso, in Acaia, dove oggi è conservato nella chiesa dedicata al santo, costruita sul luogo del suo martirio.

Nella colonna di San Longino si dice che sia conservata la lancia con cui il centurione Caio Cassio Longino, che comandava i soldati romani alla crocifissione di Gesù, attraversò il costato di Cristo.

Nel pilastro di Sant’Elena, infine, si trova una parte della vera Croce di Cristo, che lei stessa fece portare da Gerusalemme. Dopo aver fatto distruggere un tempio pagano che si trovava sopra il sepolcro, Elena trovò tre croci e il Titulus Crucis, e che per riconoscere quale fosse quella vera le avvicinò a una donna moribonda che guarì miracolosamente subito dopo il contatto con la “vera Croce”.

Nella parte alta di ogni pilastro è rappresentato ciascuno dei quattro evangelisti, e nella parte inferiore una frase in latino: – HINC VNA FIDES – MVNDO REFULGET – HINC SACERDOTTI – VNITAS EXORITVR, ovvero: “Qui si diffonde nel mondo l’unica e vera fede, qui nasce l’unità del sacerdozio”.

Fonte: reliquiosamente.com,30giorni.it

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.