Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Per educare, anche su Internet, decidetevi a stabilire delle regole

EDUCATION
Dmytro Zinkevych - Shutterstock
Condividi

Anche se suona autoritario, è fondamentale porre e far rispettare in casa queste regole per l'uso della tecnologia

Sembra ovvio, ma alcuni di noi non l’hanno ancora capito: per educare bene su Internet bisogna porre delle regole e farle rispettare. In generale, non ci piace né una cosa né l’altra.

Stabilire delle regole sembra autoritario. Preferiamo i consigli blandi, di padre che dialoga. Anche farle rispettare è difficile, visto che è sempre più gradevole sorridere e fare un’eccezione, mostrandosi come il padre o la madre flessibile che capisce i propri figli.

Questa strategia, però, conduce in genere all’anarchia, in cui ciascuno fa quello che vuole. E un bambino che fa ciò che vuole – quello che dettano i suoi gusti e i suoi capricci – finisce per essere un maleducato, un viziato, e, cosa ben peggiore, un infelice.

Per quanto costi, quindi, si dovrebbero stabilire delle regole sull’uso della tecnologia in casa, e farle rispettare con decisione.

In primo luogo, bisogna decidere quali regole si vogliono stabilire. Parlate con il coniuge e decidete insieme quali norme di utilizzo vi sembrano ragionevoli in casa. Ci saranno famiglie che preferiscono stabilire molte regole e altre che si accontenteranno di due o tre norme fondamentali. Non è che una cosa sia migliore dell’altra. L’importante è che ogni famiglia trovi il suo stile e stabilisca delle regole chiare. Qualche esempio?

  • Durante i pasti non ci sono telefoni sul tavolo
  • Mentre si studia non si ascolta la musica
  • Alle undici di sera si spegnono i cellulari
  • Non si vedono più di due capitoli di Netflix di seguito
  • Si gioca a FIFA o a Fortnite solo mezz’ora, dopo aver studiato e quando la cucina è già stata sistemata.

Una volta decise, dovrete spiegare le regole ai vostri figli, perché le abbiano chiare e ne conoscano il senso. Questo forse richiederà uno sforzo argomentativo non di poco conto, soprattutto perché “non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”, e quindi non pretendete che vostro figlio lodi le norme e vi dica sorridendo che siete i genitori più ragionevoli del mondo (se reagisce in questo modo chiamate uno psicologo o un esorcista).

In generale la regola sarà considerata stupida – quantomeno vi dirà questo –, e quindi la spiegazione della regola ai vostri figli assomiglierà al dibattito sullo stato della Nazione. Non succede niente: una volta spiegata – e appesa al frigorifero con una calamita, come si fa in alcune case –, la norma è vigente, e quindi andrà rispettata.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.